Google

Giro di vite sulle notizie false: Google elimina 200 siti web

Google ha chiuso fuori quasi 200 siti web dalla sua piattaforma pubblicitaria Adsense dopo l’annuncio dello scorso novembre che avrebbe eliminato i falsi editori di notizie.

Il gigante della ricerca ha pubblicato questo numero all’interno della sua relazione annuale di pubblicità fraudolenta, in cui l’azienda ha riassunto i suoi sforzi compiuti nel corso dell’anno passato per combattere truffe, malware e altri annunci nocivi.

Questi sforzi ora si estendono anche agli editori ingannevoli, grazie ad un recente cambiamento nelle regole che disciplinano la rete AdSense di Google, che inserisce gli annunci pubblicitari su migliaia di siti.

google notizie false

L’aggiornamento è stato annunciato sulla scia delle elezioni presidenziali USA, quando Google e altre piattaforme online sono passate sotto un maggiore controllo per il loro ruolo nella diffusione di notizie volutamente fasulle.

Google evita di usare il termine “notizie false”, perché l’etichetta è diventata troppo ambigua, preferendo “contenuti non rappresentativi“. La società ha recentemente curato una sezione delle sue linee guida pubblicitarie che riflette tale formulazione.

Google ha detto che a tutti i siti in questione è stato vietato l’accesso ad Adsense a causa del cambiamento delle regole, anche se questo non è necessariamente il motivo per cui sono stati puniti. La politica della piattaforma colpisce anche i siti che parlano di altre attività come pornografia, pirateria e gioco d’azzardo.

A ciascuno dei siti è ora definitivamente vietato l’accesso al servizio pubblicitario di Google – una pena più grave rispetto all’eliminazione temporanea dai risultati di ricerca, che la piattaforma utilizza spesso per far rispettare le sue regole.

La società dice di aver sanzionato un totale di 340 editori da novembre con l’esclusione dal programma Adsense.

Il rapporto arriva dopo che il gruppo di controllo Media Matters ha accusato di Google di non aver agito contro 20 editori che avevano pubblicato falsi allarmi, teorie della cospirazione e altre notizie false.

Oltre al giro di vite sulle notizie false, Google ha anche bloccato 1,7 miliardi di annunci fraudolenti lo scorso anno – quasi il doppio dell’anno precedente. Tra questi, truffe relative alla perdita di peso e prodotti contraffatti, passando per pop-up di malware e falsi allarmi di phishing.

“Un web libero e aperto è una risorsa vitale per le persone e le aziende di tutto il mondo. E gli annunci svolgono un ruolo fondamentale nel garantire l’accesso a informazioni accurate e di qualità” ha scritto Scott Spencer, direttore di Google della gestione di prodotto per gli annunci sostenibili. “Ma gli annunci cattivi possono rovinare l’esperienza online di tutti”. (Fonte)

Rispondi

Le guide più interessanti