Caricamento in corso...
Google

Larry Page e Sergey Brin di Google hanno guadagnato 1 dollaro nel 2015

Larry Page e Sergey Brin, i fondatori di Google, vagono ognuno di essi circa 35 miliardi di dollari e hanno evitato stipendi e bonus per diversi anni. Alphabet Inc., la società madre di Google, ha infatti pagato il CEO Larry Page e il Presidente Sergey Brin addirittura un dollaro ciascuno per i loro servizi nel 2015.

I due co-fondatori di Google – e di Alphabet – guadagnarono lo stesso stipendio anche nel 2014 e nel 2013, secondo un deposito di regolamentazione pubblicato venerdì. Il loro compenso ultra-modesto è in netto contrasto con quello degli altri top manager.

Sundar Pichai, per esempio, è stato pagato 100,6 milioni di dollari nel 2015 come CEO di Google. Ha iniziato questo lavoro appena l’anno scorso, quando Google fu ristrutturato per diventare il bene primario della nuova società Alphabet.

Eric Schmidt, il presidente esecutivo di Alphabet, ha guadagnato 8 milioni di dollari nel 2015, in forte calo rispetto ai 108.700.000 dell’anno precedente. Ruth Porat, nominato CFO di Alphabet un anno fa, ha guadagnato 31,1 milioni di dollari, mentre l’ex CFO di Google Patrick Pichette è stato pagato 56,6 milioni di dollari, in aumento rispetto ai 43,8 milioni di un anno prima. Omid Kordestani, ex funzionario capo di business di Google, ha guadagnato 17 milioni di dollari nel 2015, in calo rispetto ai 130 milioni di un anno prima.

Larry Page, 43 anni, e Sergey Brin, 42 anni, valgono ciascuno circa 35 miliardi di dollari e hanno evitato gli stipendi e bonus per diversi anni, prendendo solo la cifra simbolica di un dollaro all’anno.

Le quote di Alphabet sono cresciute del 44% nel 2015. Venerdì scorso, l’azienda ha messo in mostra una capitalizzazione di mercato di 476 miliardi di dollari, diventando così la seconda società più prezioso quotata a Wall Street dietro Apple, che vale 520 miliardi di dollari. (Fonte)

Ti è piaciuta questa notizia? Condividila sui tuoi social preferiti!
Loading...
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti