AndroidApp

Google risolve il problema dei bloatware Android

Se c’è una cosa che gli utenti Android e iPhone hanno in comune, è il loro odio reciproco verso i bloatware. C’è qualcosa di intrinsecamente frustrante a comprare un nuovo smartphone e vedere diverse app precaricate che non servono a niente, e peggio ancora, che non riuscirete mai a cancellare.

Ma per fortuna ci sono buone notizie su questo fronte: i dispositivi Android in arrivo non saranno più infusi con tanto bloatware come siamo stati abituati fino ad adesso.

google-android-bloatware-informatblog

AndroidCentral riporta che Google ha recentemente implementato alcune modifiche al contratto standard che invia ai produttori di cellulari. In precedenza, le aziende che volevano avere applicazioni come Gmail e Google Maps pre-installate sui dispositivi erano effettivamente costrette ad installare un intero pacchetto di app Google, tra cui Google+, Hangouts e numerose altre. Ma con le recenti modifiche, la selezione di app pre-installate di Google sarà ora molto meno invadente.

Google Play Games, Google Play Books, Google+ e Google Newsstand ora si aggiungono a Google Earth e Google Keep come app che non sono più parte necessaria del pacchetto di applicazioni di Google. Sono ancora nel Play Store, sono ancora regolarmente aggiornate e funzionano altrettanto bene per gli utenti che le vogliono installare.

Sebbene questa sia una mossa benvenuta da parte di Google, gli utenti Android non saranno del tutto liberi dai bloatware in quanto avranon ancora a che fare con le fastidiose compagnie telefoniche che caricano i dispositivi con la loro vasta selezione di applicazioni che nessuno usa mai.

Quindi sì, ci sono ancora un po’ di progressi da compiere sul fronte bloatware, ma questo è un inizio decisamente incoraggiante. (Fonte)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti