GoogleSoftware Mobile

Google sotto attacco, tutti i principali marchi vogliono la testa del motore di ricerca

Google

Non sono pochi i marchi come Microsoft, Oracle, Nokia, Expedia, Tripadvisor, che fanno parte di FairSearch che, con grande celerità, hanno inviato il loro ricorso all’Antitrust europeo Per andare all’attacco di Google. L’infamante accusa parla di pratiche anti-concorrenziali legate al sistema per tutti gli smartphone Android. Secondo i 17 ricorrenti, Google utilizza Android come il più comune ‘cavallo di Troia’ per trasformare il mercato nel suo monopolio e, ancora, utilizzare il settore della telefonia mobile per tenere sempre sotto controllo i dati dei consumatori.

FairSearch, c’era da aspettarselo, è la prima delle contestatrici

FairSearch attacca con estrema energia Google e il vincolo che, di fatto, lega i produttori che utilizzano il sistema operativo di Android e che desiderano pubblicizzare a fondo le proprie applicazioni come Maps, Youtube o Play ad accogliere anche altri servizi del ventaglio di applicazioni del gruppo a spese, neanche a dirlo, della concorrenza e di tutte le sue proposte. In effetti appare molto difficile dargli torto.

La Commissione europea, adesso, non può che prenderne atto e procedere con la risposta

La Commissione europea non è affatto tenuta a percorrere alcuna strada, se non quella della risposta alla lamentela presentata. Google, al momento, è sotto inchiesta da parte degli enti antitrust europei dal 2010. In quell’occasione si parlava di pratiche legate alla sua posizione di dominio nelle ricerche online e di tutti i mercati pubblicitari. Android è al primo posto fra i sistemi operativi per smartphone più utilizzati del momento, seguito da iOS di Apple. Blackberry, Microsoft e gli altri sono ferocemente distaccati.

One comment
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti