Caricamento in corso...
Twitter

Hacker russi vendono 33 milioni di password Twitter online

I nomi utente e le password di quasi 33 milioni di utenti Twitter sono stati rubati da un hacker russo e messi in vendita online. La perdita, che copre un decimo degli utenti di Twitter, arriva dopo che diversi account di alto profilo compresi quelli di Mark Zuckerberg e della cantante Katy Perry sono stati violati.

Twitter ha negato che la sua sicurezza è stata messa in pericolo, ma ha detto che sta controllando se gli account sono stati compromessi a causa di altre enormi perdite di password. I dati in vendita online potrebbero provenire da hacker che controllano i nomi utente di Twitter contro combinazioni e-mail e password violate su Myspace e LinkedIn.

hacker-password twitter informatblog

Milioni di password di Linkedin e Myspace sono infatti state messe in vendita sul web nelle ultime settimane dopo che sono state ottenute in hack risalenti al 2011. Dal momento che molte persone riutilizzano le stesse password sul web, un approccio per tentativi su altri social network potrebbe avere successo in molti casi.

Si ritiene che tentare a inserire le password LinkedIn e MySpace su su Twitter sia stato il modo in cui account Twitter appartenenti a diverse celebrità sono stati attaccati la settimana scorsa. Un gruppo di hacker chiamato OurMine ha avuto accesso all’account di Zuckerberg questa settimana, rivelando che la sua password era “dadada“. L’account del gruppo rock Tenacious D è stato violato scrivendo una bufala sulla morte di Jack Black, e anche altri, tra cui Lana Del Rey e Keith Richards, sono stati colpiti.

Un portavoce di Twitter ha detto che è “fiducioso” che il sistema non è stato violato. “Siamo certi che questi nomi utente e password non siano stati ottenuti da una violazione dei dati di Twitter, non sono stati violati i nostri sistemi“, ha detto la società. “In realtà, stiamo lavorando per aiutare a mantenere gli account protetti controllando i nostri dati contro ciò che è stato condiviso dalle recenti perdite di password”.

Il blog di sicurezza LeakedSource ha detto che i dati contengono 32,9 milioni di combinazioni username/password. Gli hacker hanno venduto i dati per 10 bitcoin (circa 3000 euro). Richard Parris, capo della società di sicurezza informatica Intercede, ha detto che gli incidenti mostrano che le password non sono più adatte per scopi di sicurezza. “Password e nomi utente devono essere consegnati agli archivi polverosi del passato”, ha detto Parris.

“Le piattaforme online detengono masse di dati personali sensibili di milioni di consumatori, e non dovremmo fare affidamento su password di autenticazione obsolete”. (Fonte)

Ti è piaciuta questa notizia? Condividila sui tuoi social preferiti!
Loading...
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti