Caricamento in corso...
Altri accessori

Huawei VR contro Samsung Gear VR

Come previsto, Huawei è entrata nel mondo sempre più affollato della realtà virtuale con l’annuncio del Huawei VR, che sembra davvero simile al Samsung Gear VR. La domanda sorge quindi spontanea: come si confrontano tra loro questi due dispositivi? Il Gear VR è ormai conosciuto, ma finora si sa ben poco sul Huawei VR, ecco quindi un primo confronto sulla base di quello che è stato reso noto.

Design

Le prime relazione del Huawei VR provengono dalla Cina, dove è stato annunciato, e sembrano confermare ciò che i nostri occhi ci dicono. Sembra un po’ come il Gear VR. Dalla visiera liscia alla posizione e natura dei suoi controlli (touchpad e pulsanti sul lato destro, e un anello di messa a fuoco sulla parte superiore), è tutto molto familiare. Huawei sta chiaramente cercando di abbinare ed emulare il suo rivale coreano sul fronte del design. Il che non è male.

Display

Il modo in cui questi due dispositivi visualizzano i contenuti è in realtà molto diverso. Considerando che il Samsung Gear VR si basa sull’inserimento di un telefono Galaxy (Galaxy S7, Galaxy S7 Edge, Galaxy Note 5, Galaxy S6, o Galaxy S6 Edge) utilizzando direttamente il suo display, il Huawei VR dispone di un display dedicato. È ancora necessario collegare un telefono (attualmente il Huawei P9, Huawei P9 Plus o il Mate 8), utilizzando una connessione USB-C, ma lo smartphone fungerà soltanto da motore per la realtà virtuale.

huawei-vr-samsung-informatblog

E’ un peccato che il display dedicato abbia così bassa risoluzione, però. E’ un 1080p (1920 x 1080), mentre tutti gli smartphone compatibili Samsung hanno l’uscita a 2K (2560 x 1440). Sul lato positivo però, il display del Huawei VR è dotato di un filtro anti-luce blu per aiutare a proteggere gli occhi. Il campo visivo è molto simile tra i due, 95° per il Huawei e 96° per il Samsung. Sembra che se non sarà possibile indossare gli occhiali da vista con il Huawei VR, ma ci saranno lenti regolabili per compensare. Chi ha una miopia fino a -7.00 non avrà problemi, sarà quindi effettivamente una buona opzione per chiunque abbia problemi di vista.

Suono

Se il Huawei VR sembra essere in svantaggio dal punto di vista visivo, esso sembra destinato a vincere sul lato audio. L’azienda sostiene che il suo casco è il primo ad offrire un campo sonoro a 360 gradi, per avere un suono davvero coinvolgente in grado di completare l’immagine a 360 gradi.

Contenuti gratuiti

Huawei dice che il Huawei VR sarà disponibile con una generosa quantità di contenuti multimediali gratuiti tra cui 4000 film, anche se si presume che non tutti saranno veri e propri film in realtà virtuale. Inoltre, ci saranno 40 giochi gratuiti, 350 immagini panoramiche, e 150 tour panoramici. Si tratta di un’offerta generosa, almeno in superficie, e il Samsung Gear VR non può sperare di eguagliarla in termini puramente numerici. Tuttavia, la qualità di questo contenuto gratuito è ancora da accertare.

Disponibilità

Indipendentemente da come si confronti il Huawei VR con il Samsung VR nel computo finale, potrebbe esserci un punto controverso. E’ molto probabile infatti che il Huawei VR uscirà soltanto in Cina. Huawei ha scelto gli smartphone P9 e P9 Plus per il lancio pubblicitario in Cina per annunciare il suo debutto nel mondo della realtà virtuale e questo sembra suggerire che si concentrerà sul suo mercato interno, almeno inizialmente. Samsung, invece, ha lanciato il suo Gear VR negli Stati Uniti, Europa e Corea del Sud. Per quanto simili possano essere, allora, sembra abbastanza possibile che questi due rivali non si incontreranno mai.

Considerazioni finali

E’ semplicemente impossibile trarre conclusioni significative dal confronto tra il Huawei VR con il Gear VR. Ci sono troppo pochi dettagli ancora. Non conosciamo il prezzo, non sappiamo se uscirà soltanto in Cina, che tipo di contenuto verrà eseguito, o come apparirà sul display a bassa risoluzione. In confronto, il Samsung Gear VR è già sul mercato, ha un buon prezzo, e soprattutto ha una solida libreria di contenuti. Il confronto dovrà aspettare, ma per ora Samsung sta comodamente seduta sul suo trono virtuale. (Fonte)

Ti è piaciuta questa notizia? Condividila sui tuoi social preferiti!
Loading...
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti