Smartwatch

Huawei Watch, il miglior orologio Android Wear mai visto?

Il primo smartwatch di Huawei è dotato di un display straordinario e impressionanti caratteristiche, anche se il prezzo potrebbe essere un problema per alcuni. La cinese Huawei ha recentemente superato Microsoft ed è diventata il terzo più grande produttore di telefoni al mondo, ma è pur sempre un marchio poco conosciuto in occidente.

Tuttavia questo potrebbe cambiare con l’arrivo dell’Huawei Watch, uno smartwatch Android Wear che rivaleggia con il venerato LG Urbane e il nuovo Moto 360 di seconda generazione. Rotondo, metallico e assolutamente fantastico, sicuramente vince in stile sull’Apple Watch e sui nuovi modelli Time di Pebble. Ma come si confronta con gli altri dispositivi Android Wear sul mercato?

Anche se i telefoni di Huawei battono spesso la concorrenza quando si tratta di prezzo, l’orologio no: parte da 349 dollari, così come il moto 360 e l’LG Urbane, e arriva fino a 799 dollari optando per il modello in oro con cinturino in metallo. È anche simile nell’aspetto ai suoi due concorrenti: un pelo più piccolo dell’Urbane, e solo leggermente più grande del compatto Moto 360.

huawei-watch-informatblog

La vera star dello show è il display AMOLED con risoluzione 400 x 400 pixel e densità 286 ppi che porta il volto dell’orologio ad una tale brillantezza e nitidezza nei colori che finirete per guardarlo anche quando non è necessario sapere che ore sono. Questa è la più alta risoluzione mai vista su uno smartwatch Android Wear, e questo è anche il primo modello ad essere protetto da vetro zaffiro, che promette una maggiore resistenza ai graffi.

E’ apprezzabile il fatto che lo schermo si estenda da un bordo all’altro; non si ha la piccola barra nera in basso come nel Moto 360. Il rovescio della medaglia è che non c’è nessun sensore di luce ambientale quindi le eventuali modifiche della luminosità dello schermo devono essere effettuate manualmente, e tale opzione si trova due menu in profondità nel sistema operativo Android Wear. A proposito del quale, nonostante le basi Android, il Huawei Watch è tra un numero crescente di modelli che supporta anche iOS, anche se con alcune limitazioni, come minor supporto per applicazioni di terze parti e per le facce dell’orologio.

Android Wear nel complesso continua a soffrire di alcuni elementi ostili all’interfaccia utente. Per esempio, in una sezione del menu delle impostazioni verticali a scorrimento, vedrete il monitoraggio quotidiano (rappresentato da una scarpa da corsa), fit e fitness tracking uno dopo l’altro. Sembrano tutti la stessa cosa. Toccate il monitoraggio quotidiano e sarà richiesto di passare il dito a sinistra, inserire la vostra età, toccare di nuovo a sinistra, inserire il vostro peso, e così via.

Cosa c’è di più, è facile perdersi in Android Wear, sia perché siete arrivati troppo lontani nei menu o perché scorrendo verso il basso non si ritorna alla schermata iniziale in alcuni punti come invece funziona in altri. Non molto del sistema operativo è migliorato da quando è stato lanciato l’anno scorso; sembra bello, ma c’è una curva di apprendimento ben definita.

Per chi ama lo sport, il Huawei Watch è resistente all’acqua e offre non solo il monitoraggio delle attività, ma anche un ottimo cardiofrequenzimetro che utilizza due sensori invece di uno. E per chi ama essere alla moda, Huawei fornisce circa 40 volti dell’orologio, molti dei quali progettati per replicare costosi orologi analogici, e la maggior parte di essi è stupefacente. Ci sono anche alcuni volti orientati al fitness davvero ottimi, per non parlare delle migliaia di opzioni di terze parti disponibili per gli utenti Android.

Dopo alcuni secondi di inattività, lo schermo dell’orologio si dissolve in una versione grigia e sempre in mostra, una sorta di versione “leggera” dello stile selezionato. La modalità non richiede di alzare l’orologio solo per dare una sbirciatina al momento, ma ha impatto sulla durata della batteria. Huawei promette “fino a due giorni”, ma purtroppo la promessa non è mantenuta. La buona notizia è la ricarica magnetica di Huawei, che si aggancia al retro dell’orologio con un click e può ricaricare la batteria all’80% in soli 45 minuti. Una carica completa impiega meno di 90 minuti.

La batteria supplementare è un bel vantaggio, ma quando si tratta degli orologi Android Wear sul mercato ci sono solo alcuni modi per distinguersi: stile, prezzo e durata della batteria. Il Huawei Watch ha un display migliore rispetto alla concorrenza; tutto il resto è praticamente identico. (Fonte)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti