Software

Il nuovo Windows 9 aggiungerà desktop virtuali

La prossima versione di Windows, nome in codice “Threshold” (sarebbe Windows 9), includerà alcune modifiche abbastanza importanti all’interfaccia utente oltre all’inserimento del nuovo menu Start e a finestre per gestire le app.

Alcune relazioni all’inizio di questa settimana hanno citato modifiche all’interfaccia che saranno disponibili con Windows 9. Prima di tutto, come riportato da Brad Sams a Neowin.net, Microsoft si sta muovendo verso l’aggiunta di desktop virtuali a Windows 9, il cui rilascio è previsto nella primavera del 2015. Come osservato da Sams già altri sistemi operativi, tra cui Apple OS X e Ubuntu, supportano i desktop virtuali, che permettono agli utenti di eseguire e di passare più facilmente tra applicazioni e gruppi di applicazioni.

I desktop virtuali consentono agli utenti di eseguire le loro applicazioni in diversi spazi che essi saranno in grado di visualizzare uno alla volta. Non è ancora chiaro se la funzionalità di desktop virtuale sarà chiaramente e facilmente disponibili a tutti gli utenti di Windows 9 o se Microsoft la renderà una caratteristica nascosta utilizzabile dagli utenti con i permessi di amministratore.

L’altro cambiamento dell’interfaccia grafica che uscirà con Windows 9 è l’eliminazione delle Charms Bar, come riportato da Winbeta.org. Le Charms Bar – una sovrapposizione che forniscono l’accesso al box di ricerca, la condivisione, la schermata Start, dispositivi e impostazioni hardware – è stata una caratteristica controversa che ha debuttato in Windows 8.

WinBeta ha suggerito che Microsoft potrebbe eliminare i Charms bar per gli utenti desktop, non per gli utenti tablet. Ma alcune fonti affermano che i Charms Bar spariranno completamente per tutti gli utenti di desktop, laptop e tablet con Windows 9.

Le applicazioni esistenti di Windows 8 avranno barre del titolo che includono i menu che presentano i componenti charms elencati. Le impostazioni si trovano su di una propria icona (o Tile, parte della schermata di avvio di default di Windows 8.1). Il concetto di “contratti” – o accordi tra le applicazioni – continuerà ad esistere, anche una volta che i charms se ne sono andati. Ma le applicazioni dovranno includere un pulsante di condivisione per fornire la stessa funzionalità e condividere i charms, se gli sviluppatori vogliono.

Microsoft spera di fornire una preview pubblica di Windows 9 nell’autunno del 2014. L’obiettivo con Windows 9 è quello di renderlo più appetibile per chi utilizza ancora Windows XP, Vista e Windows 7, in particolare gli utenti business e quelli che non si affidano esclusivamente al touch per scrivere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti