Gossip e frivolezze

Incidente EgyptAir: colpa della batteria di un iPhone?

Alcuni ricercatori francesi pensano che l’iPad mini 4 o l’iPhone 6s di un co-pilota possano essere collegati al misterioso incidente del volo EgyptAir MS804, avvenuto il 19 maggio dello scorso anno uccidendo 66 persone. La teoria, che non ha uno status ufficiale ed è stata smentita da alcuni esperti, è stato comunicato al quotidiano francese Le Parisien da fonti anonime.

Essa contraddice l’inchiesta degli investigatori egiziani, che in precedenza avevano ipotizzato che l’aereo Egyptair era stato preso di mira dai terroristi, sulla base di tracce di esplosivi trovati nei corpi delle vittime.

Ma gli investigatori francesi hanno detto che i dati mostrano che un incendio, e non una bomba, è stato il responsabile della tragedia a bordo del volo Egyptair MS804. I dati della scatola nera dell’aereo hanno dimostrato che da qualche parte nella zona della cabina di pilotaggio dell’aereo è scoppiato un incendio, prima che l’aereo si schiantasse al suolo. Anche le registrazioni vocali di bordo indicano un incendio.

Incidente EgyptAir MS804

Un video dall’aeroporto Charles de Gaulle di Parigi ha mostrato che il co-pilota ha messo il suo iPhone 6S e il suo iPad Mini sul cruscotto dell’aereo prima della partenza del volo, insieme a diverse bottiglie di profumo. Questo è il luogo esatto in cui i primi messaggi di avviso automatico hanno individuato i problemi, pochi momenti prima che venisse rilevato del fumo sotto la cabina di pilotaggio e nel bagno vicino.

L’esposizione prolungata alla luce solare diretta potrebbe aver innescato il fenomeno noto come “fuga termica“, alla base della maggior parte delle esplosioni di batterie. La FAA (Federal Aviation Authority, ossia l’ente dell’aviazione civile americano) ha registrato almeno 140 episodi di batterie incendiarsi o esplodere sugli aerei, le quali hanno causato anche incidenti mortali su aerei cargo. Molte compagnie aeree passeggeri hanno vietato la spedizione delle batterie di telefoni, e prodotti come scooter alimentati a batteria sono vietati per ragioni analoghe.

Tuttavia, l’esperto di sicurezza aerea David Learmount, parlando a The Telegraph, ha messo in dubbio la teoria, definendola uno “specchietto per le allodole“. Secondo Learmount, “i piloti non lasciano oggetti sul cruscotto perché sanno che finiranno sul pavimento al decollo o durante fasi di turbolenza, o potrebbero inceppare i controlli.” Inoltre, Learmount dice che gli incendi in bagno e sotto la cabina di pilotaggio sono avvenuti troppo velocemente per dare la colpa ad una batteria all’interno della cabina di pilotaggio.

Nonostante questi buchi, la teoria dell’iPhone è ora “al centro delle indagini”, secondo Le Parisien.

Da parte sua, Apple ha dichiarato che “Non siamo stati contattati da alcuna autorità inquirente sul tragico evento del volo Egyptair. Non abbiamo visto la relazione, ma abbiamo capito che non ci sono prove che collegano questo evento a prodotti Apple. Se gli investigatori hanno domande per noi, ovviamente li aiuteremo in qualsiasi modo possibile. Testiamo rigorosamente i nostri prodotti per assicurare che soddisfino o superino gli standard internazionali di sicurezza. “(Fonte)

Rispondi

Le guide più interessanti