Dati finanziariHardware

Intel ha venduto 46 milioni di processori per tablet nel 2014

L’amministratore delegato di Intel Brian Krzanich ha detto in conferenza oggi che l’azienda ha venduto più di 46 milioni di processori per tablet nel 2014, battendo l’obiettivo della società fissato a 40 milioni.

Per l’anno, le entrate dalle comunicazioni mobili sono state solo di 202.000.000 di dollari (circa 170 milioni di euro), e Intel sta ancora perdendo un sacco di soldi in quella categoria. Ma Krzanich si è detto soddisfatto del risultato: Intel è un trascinatore per il mercato dei PC, ed i suoi risultati del quarto trimestre sono un buon punto di riferimento per ciò che accadrà nel mercato dei computer nel 2015. La società sta cercando di fare una transizione verso il mobile, ma i progressi sono lenti contro i rivali ARM e Qualcomm. E Intel continua a perdere un sacco di soldi in questo campo.

Più in dettaglio, il più grande produttore di chip al mondo ha registrato un utile netto di 3,7 miliardi di dollari, o 74 centesimi per azione, su un fatturato di 14,7 miliardi di dollari del quarto trimestre. Gli analisti si aspettavano che Intel portasse i guadagni per azione a 66 centesimi su un fatturato di 14,71 miliardi dollari. Un anno fa, Intel registrò un utile di 2,6 miliardi di dollari o 51 centesimi per azione, su 13,83 miliardi di dollari di fatturato.

intel-46-milioni-processori-informatblog

Se è intelligente e connesso, è meglio con Intel“, ha detto Krzanich nelle sue osservazioni a margine. Per l’intero anno 2014, Intel ha registrato un utile netto record di 11,7 miliardi di dollari, o 2,31 dollari per azione, su un fatturato di 55,9 miliardi di dollari, a fronte di un utile netto di 9,6 miliardi dollari, o 1,89 dollari per azione, su un fatturato di 52,7 miliardi dollari nel 2013.

Magazzino di Intel è salita del 40% l’anno scorso, la migliore performance dal 2003, perché il mercato PC non è caduto a pezzi. Oltre a questo, Intel ha avuto un ritorno di processori per i dispositivi mobili, e ha lanciato anche una nuova linea di processori per l’Internet delle cose. Intel vende circa il 90% dei chip utilizzati come processori nei data center. Tuttavia, Intel ha perso un sacco di soldi nel mobile.

Al recente CES 2015, Krzanich ha tenuto un discorso programmatico. Egli ha sottolineato applicazioni come droni, stampa 3D, dispositivi indossabili, e un nuovo chip soprannominato Curie per l’Internet delle cose. Krzanich ha anche annunciato che Intel avrebbe investito 300 milioni di dollari programmi di diversità per i prossimi cinque anni. Intel ha mostrato anche la tecnologia delle sue nuove fotocamere RealSense 3D.

Intel ha detto che il suo gruppo PC ha generato un fatturato di 8,9 miliardi di dollari, in calo del 3% rispetto al trimestre precedente e in crescita del 3% rispetto a un anno fa. I ricavi del gruppo Data Center sono stati di 4,1 miliardi di dollari, in crescita del 11% rispetto al trimestre precedente e in crescita del 25% rispetto all’anno precedente. Le entrate relative all’Internet delle cose sono state di 591 milioni di dollari, in crescita del 12% rispetto al trimestre precedente e in aumento del 10% rispetto a un anno fa.

Le entrate del gruppo mobile e comunicazione sono in negativo per 6 milioni di dollari del quarto trimestre. Il fatturato del gruppo software e servizi è stato di 557 milioni di dollari, pari rispetto al trimestre precedente e in calo del 6% rispetto a un anno fa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti