iOSiPhone

iOS 7: Apple cambia radicalmente l’iPhone

apple homeApple ha finalmente annunciato la novità dell’anno, iOS 7, durante la conferenza stampa del WWDC 2013. Tantissime novità, tutte veramente incredibili. Andiamo a scoprirle insieme. Tim Cook, amministratore delegato della mela più famosa al mondo, dopo aver chiarito le percentuali di utilizzo e di soddisfazione dell’utente, ha presentato ufficialmente le novità di iOS 7, molto attese dai possessori di iPhone. Apple ha lavorato molto duramente su quello che è il più grande aggiornamento di iOS dall’introduzione del primimissimo iPhone.Innanzitutto ogni applicazione è stata ridisegnata, insieme ad elementi come il Centro Notifiche, il Multitasking e il Dock. L’interfaccia grafica è anche in 3D e sensibile al movimento, esempio: a seconda del movimento del dispositivo, le icone si andanno ad adeguare a tale movimento. Il nuovo multitasking  mantiene un’ottima autonomia del melafonino a prescindere dalle app “congelate”, questo grazie alla gestione dei processi prioritari. Quindi le app più utilizzate avranno “diritto” di precedenza rispetto a quelle meno utilizzate.

La grafica, oltre ad essere più “flat”, è anche dinamica, giovane e fresca e il Centro Notifiche sta su di uno sfondo sfumato. Le icone appaiono in linea con il tema e sembrano molto più “vivaci” rispetto a quelle precedenti (in iOS7 il Centro Notifiche può essere richiamato persino nella schermata di blocco).

Per quanto riguarda la funzionalità, una delle novità è il Control Center. Scorrendo lo schermo dal basso verso l’alto comparirà un nuovo menu da dove sarà possibile gestire in modo rapido parte delle impostazioni del dispositivo, gestire la luminosità, interagire con i control multimediali, aprire AirPlay e AirDrop o semplicemente accedere alle app che preferiamo.

Nuovo volto anche per Safari, più elegante e con nuove funzionalità come l’Accesso Portachiavi di iCloud per poter sincronizzare le password tra diversi dispositivi, un nuovo campo di ricerca molto più intuitivo, parental control e nuova vista dei tab.

Introdotta anche la funzione AirDrop, che permette lo scambio dei dati tra due dispositivi. Sarà possibile scegliere, per mezzo di un’interfaccia grafica molto gradevole, il nominativo a cui si vuol spedire l’allegato (questa funzione sarà disponibile purtroppo solo su iPhone 5, iPad quarta generazione, iPad mini e iPod touch quinta generazione).

Anche lapplicazione per la fotocamera ha cambiato pelle. Anche se ridisegnata resta fondamentalmente simile, e i nuovi filtri fotografici potranno essere utilizzati in real time. Miglioramenti anche per Siri che prevede nuova grafica, nuove opzioni e nuove voci. Sarà possibile personalizzare le impostazioni del nostro dispositivo per mezzo dell’assistente vocale preferito. In più si integra in modo migliore anche con la nostra automobile, permettendo di visualizzare le nostre informazioni preferite sul cruscotto dell’ auto (per il momento soltanto quelle prodotte da Honda, Mercedes, Ferrari e qualche altra casa).

foto

E’ stata rivista anche l’app Musica, con una nuova grafica alternativa a quella di Cover Flow (per quanto riguarda la modalità orizzontale) ed è stata implementata con iTunes Radio, gratuita.

Naturalmente le novità del nuovo sistema non sono soltanto queste, ma le andremo a scoprire giorno per giorno, grazie alle varie prove beta che Apple rilascerà man mano. Tra queste c’è FaceTime solo audio, la sincronizzazione delle notifiche, l’inclinometro, la visualizzazione delle annotazioni per i PDF, la sincronizzazione dei preferiti per Mappe e tanto altro ancora.

apple musica

Ricordiamo infine che iOS 7 sarà disponibile per i seguenti modelli: iPhone 4, iPhone 4S, iPhone 5, iPod touch di quinta generazione, iPad 2, iPad di terza generazione, iPad di quarta generazione e iPad mini. Naturalmente terminanocon iOS 6.1.3 gli aggiornamenti dell’iPhone 3GS e dell’iPod touch di quarta generazione. iOS 7 sarà quindi disponibile a fine anno per iPhone, iPod touch e iPad, mentre a partire dal 10 giugno gli sviluppatori potranno provare la prima versione beta del nuovo firmware.

One comment
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti