GuideiOS

iOS 7, il nuovo Sistema Operativo di casa Apple

iOS 7

iOS 7

A poche settimane dal rilascio della versione Gold Master di iOS 7 , il nuovo sistema operativo di casa Apple, in molti si chiedono  se siamo di fronte ad una vera rivoluzione o se si tratta di un semplice aggiornamento grafico.

Jony Ive, vice presidente, nonché designer dei prodotti Apple, nel video di presentazione ufficiale per iOS 7 parla di bellezza tramite semplicità ed efficienza.  Come si è potuto vedere dalla versione beta rilasciata in questa estate, si sono abbandonati i vecchi stili in cui si cercava di riprodurre il più possibile lo scenario reale, per passare ad un stile più  semplice e “cartoonoso” ma non per questo meno accattivante. Ciò che, in iOS 7, colpisce maggiormente coloro che hanno avuto modo di testarlo, è l’effetto profondità molto realistico che risponde ai movimenti del cellulare. Grande soddisfazione hanno dato anche il nuovo effetto slides in cui sovrapponendo diverse schermate è possibile visualizzare ombre e colori di quelle sottostanti, senza però arrecare alcun disturbo visivo alla pagina che si sta visualizzando. Divertente e affascinante è anche il design di alcune applicazioni come il meteo, dove “la grandine rimbalza sul testo, la nebbia lo avvolge, i temporali irrompono con tanto di lampi.”

La nuova fotocamera di iOS 7 è molto più semplice e libera da futili animazioni che causavano solo rallentamenti, permette un semplice accesso ai diversi filtri fotografici.  Molto comodo anche il nuovo pannello di controllo, piuttosto completo, interamente ridisegnato, al cui è possibile accedervi anche nella modalità screen lock. Come cita il sito Apple parlando di iOS 7 “Non ci sono elementi ornamentali, né barre o pulsanti inutili. L’utilità, per noi, viene prima di ogni altra cosa. Non aggiungiamo nuove funzioni solo perché siamo capaci di farlo o perché la tecnologia ce lo permette. Le aggiungiamo solo se servono davvero.” un aspetto più che apprezzato dal pubblico.  Un miglioramento è stato effettuato anche nel Apple Maps, soprattutto con un efficace effetto 3D, che nelle versione precedenti non aveva affatto soddisfatto gli amanti della strada.

Come ormai necessario, sono presenti i consueti metodi di condivisione, nei quali è stata aggiunta anche la condivisione mediante Flirck. Molto semplice ed efficace, tramite un tasto posto nel menu rapido sottostante foto e video, consente la condivisione con i social network più famosi o iCloud. Ottima anche la nuova galleria con una raccolta foto tutta da scoprire, organizzata secondo date o luoghi in modo molto efficiente.

Anche il nuovo Safari di iOS 7 sembra accontentare le richieste del pubblico con un immediato full screen interrompibile solo tramite tocco o completo scorrimento della pagina. Utile la possibilità di aprire la navigazione privata direttamente dal browser, diversamente dalle versioni precedenti in cui bisognava accedere obbligatoriamente alle impostazioni. Sempre per quanto riguarda il web è stata sviluppata la nuova Apple Radio, una radio free con funzionamento simile a quello di Spotify, senza pubblicità per coloro che dispongono di un account iTunes. Il nuovo centro notifiche con sfondo in trasparenza è molto completo, ti aggiorna su eventi, email e sms, con un grafica semplice e compatta.
Ciò che ha soddisfatto maggiormente gli amanti della routin a livello di utilità è stato il nuovo multitasking il quale ricorderà nelle varie ora della giornata quali sono le applicazioni usate più frequentemente facendovele trovare già disponibili e aggiornate, rispecchiando così gli ideali di casa Apple secondo cui «è la tecnologia che deve adattarsi a noi e non viceversa».

Nonostante le prime versioni di iOS 7 fossero piuttosto instabili e ricche di bug, a tal punto da scaricare le batterie in circa metà giornata, secondo le prime impressioni l’ultima versione beta di iOS 7 sembra essere soddisfacente su tutta la linea, ancora più se si parla di iPhone 5, tranne sporadici casi di chiusura improvvisa delle app o mancanza dei suoni di sistema, problema a cui si ovvierà, senza ombra di dubbio, nella versione GM.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti