iOSiPad

iOS7: trovate tracce nell’SDK della prossima versione di iPad Mini

ipad_miniGrazie all’SDK di iOS7 rilasciato da Apple a tutti gli sviluppatori sono emerse delle interessanti novità riguardanti il successore dell’attuale iPad Mini. Vediamo insieme di cosa si tratta.

Uno sviluppatore molto curioso, durante lo studio dell’SDK di iOS7, è riuscito ad entrare in una cartella nascosta contenente la lista di device compatibili con il nuovo sistema operativo mobile made in Cupertino.

Molto interessante la scoperta del developer: nel file da lui scovato vengono menzionate 3 nuove variati del tablet da 7,9 pollici di Apple. Si tratta, per la precisione, di iPad 2,8 (codice J75), iPad 2,9 (codice J76) ed iPad 2,10 (codice J77). Ricordiamo che le versioni attualmente in commercio di iPad Mini sono contraddistinte dalla numerazione 2,5, 2,6 e 2,7. 

Non è tutto, dal file si è riusciti a carpire il modello della CPU del successore dell’iPad Mini. Si tratta del processore s5l8950x A6, lo stesso montato sull’iPhone 5. Purtroppo però le buone notizie finiscono qui: pare infatti che non via sia alcun riferimento alle icone “@2x” ad alta risoluzione. Questo potrebbe significare che il prossimo iPad Mini non monterà, purtroppo, il Retina Display.

apple-a6-soc-slide

Interessante anche il ritrovamento di una stringa di codice contenente il nome di un processore nuovo creato da Samsung per Apple: potrebbe trattarsi della CPU del nuovo iPhone 5s, l’Apple A7. Si tratta comunque solo di riferimenti nel codice di iOS7 e, come sempre in questi casi, le informazioni sono da prendere con le pinze.

Un iPad Mini 2 senza Retina Display potrebbe far storcere il naso a molti. Che Apple, per mantenere lo stesso prezzo pella prima versione del tablet da 7,9 pollici, abbia rinunciato al proprio diplay super defnito (ben 326ppi – pixel per pollice)?

Ai posteri l’ardua sentenza. Di certo  a Cupertino non si possono permettere passi falsi: la concorrenza è alle stelle e mai, come in questo momento, le caratteristiche hardware dei vari terminali sono rilevanti per aver successo nel mercato tecnologico. Apple riuscirà a stupirci o si tratterà di una “minestra riscaldata”?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti