GuideiPad

iPad come espandere la memoria con tre diverse soluzioni

iPad memoriaChi ha comprato un iPad per portarsi in mobilità tutto quello che può servire fuori casa come documenti di lavoro, film in hd, musica, foto in alta risoluzione e giochi, finisce quasi sempre per riempire la sua memoria. A questo punto sorge spontanea la domanda: come espandere la memoria del mio iPad? La risposta immediata che chiunque è pronto a darci è quella scontata: non è possibile. L’iPad di Apple non supporta né le periferiche di archiviazione USB né le MicroSD. E quindi bisogna tenersi la capacità della sua memoria interna? Non mi sono rassegnato a questa ipotesi ed ho iniziato a cercare. Di seguito vi propongo tutte le soluzioni possibili, sta a voi scegliete quella che è più adatta alle vostre esigenze.

Soluzione “nuvola”

Per spostare file dalla memoria fisica del vostro tablet, si può utilizzare lo spazio online iCloud, servizio cloud di Apple supportato nativamente da iPad e da molte sue applicazioni. Non funziona come un hard disk con cartelle separate, ma permette di salvare i file nella nuvola e mantenere sincronizzati tutte le impostazioni e i documenti di molte app disponibili su iOS e OS X. La versione base da 5GB è gratuita, mentre sono disponibili i piani a pagamento aggiuntivi da 10GB (16€/anno), 20GB (32€/anno) e 50GB (80€/anno).

Dropbox è la seconda soluzione nella nuvola, ed è il servizio di cloud storage più conosciuto ed utilizzato al mondo. Disponibile per le piattaforme Windows, Mac, Linux, iOS, Android ed altre piattaforme, consente di conservare e sincronizzare qualsiasi tipo di file fra i dispositivi su cui è installato. La versione base gratuita offre 2GB di spazio più 3GB aggiuntivi se si caricano foto dal proprio smartphone/tablet online. I piani a pagamento sono di 9,99 dollari/mese o 99 dollari/anno per 100GB di spazio, 19,99 dollari/mese o 199 dollari/anno per 200GB di spazio e 49,99 dollari/mese o 499 dollari/anno per 500GB di spazio.

Box è un altro ottimo servizio di cloud storage che offre 5GB di spazio gratuito e piani a pagamento per 25GB di storage (a 8,50 €/mese) o 50GB (a 17 €/mese).

Soluzione con MicroSD (serve Jailbreak)

Questa è una soluzione un tantino elaborata ma non complessa, basta procurarsi un po’ di materiale. Prima di tutto dovete avere installato Cydia sul vostro dispositivo, poi dovete procurarvi un kit chiamato Camera Connetion Kit (acquistabile a questo indirizzo per iPad con connettore dock a 6,48€ e a questo indirizzo per iPad con connettore Lightning a 19,00€).

Procurarvi una MicroSD della grandezza che preferite (da 2GB a 32GB con prezzi che variano tra 2,50€ e 15,00€). È da tener presente che l’espansione della memoria dell’iPad dipende proprio dalla capienza della micro SD. La memoria, essendo esterna, eseguirà le applicazioni in maniera più lenta rispetto a quelle salvate nella memoria interna, quindi vi consiglio di salvare solamente file di musica, foto, video e documenti.

  1. Per prima cosa dovete inserire la MicroSD all’interno del Camera Connetion Kit, e inserirlo a sua volta nel connettore dell’iPad. Se all’interno della MicroSD è presente una cartella chiamata DCIM contenente foto, si aprirà automaticamente il lettore di immagini: voi chiudetelo senza problemi.
  2. Adesso, se non l’avete, dovete scaricare da Cydia iFile, installarlo ed aprirlo. Andare sulle Impostazioni di iFile (per intenderci l’icona con l’ingranaggio) e attivare la voce Nomi Applicazioni.
  3. Portatevi alla voce Applicazioni e qui dovete selezionare una App a vostro piacimento che ad esempio occupa molto spazio nella memoria del dispositivo. Una volta che l’avete individuata, entrate nella corrispettiva cartella e selezionate modifica in alto a destra.
  4. Ora selezionate tutti i file presenti all’interno della cartella e premete il pulsante taglia.
  5. Quando il Kit è connesso al dispositivo, nella barra laterale di iFile, sotto la voce dispositivo sarà presente la voce Memoria Flash, entrate al suo interno e create una cartella rinominandola con il nome dell’applicazione che volete copiare. Una volta creata la cartella, entrate al suo interno e incollate i file che avete copiato in precedenza, sempre cliccando sulla voce modifica in alto a destra e, poi incolla in basso.

Potete eseguire queste operazioni con qualunque applicazione.

Soluzione con Wi-Drive

Kingston, con Wi-Drive, ha tenuto conto delle esigenze degli utenti dei dispositivi Apple, come iPad, iPhone e iPod Touch, che non sono dotati di slot per schede di memoria aggiuntive e non possono collegare chiavette esterne.

Il Wi-Drive è una memoria flash wireless portatile, in grado di ampliare lo spazio a disposizione per il salvataggio di documenti, immagini, musica e file. Utilizzando l’applicazione Kingston Wi-Drive, che si può scaricare gratuitamente dall’App Store gli utenti possono riprodurre video e musica, accedere e condividere i propri dati con altri dispositivi Apple (fino a 3 simultaneamente).

Il caricamento dei dati sul Wi-Drive avviene utilizzando un qualsiasi desktop o notebook dotato di porta USB, semplicemente come faremmo con una chiavetta USB. Dopo il caricamento, risulteranno disponibili tutti i file tramite il collegamento wireless del Wi-Drive, senza necessità di cavi o di collegamento a Internet. Il Wi-Drive è disponibile nella capienza da 16GB e 32GB, rispettivamente al prezzo di 50,00€ e 70,00€.

5 comments
  1. Gattaccio

    Salve a tutti, la mia domanda e questa: dovrei usare ipad retina per fare karaoke a livello professionale . Ho acquistato la app. grinta dal sito m-live, unica cosa e che per leggere le basi mp3, dovrei caricarle dentro ipad, ma essendo una grande dimensione la capienza ipad non me lo consente. Mi dite se posso leggere direttamente con qualche dispositivo esterno quei file? Avrei bisogno di ua espansione di circa 60 gb, ma anche se meno andrebbe bene lo stesso . Grazie anticipatamente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti