Caricamento in corso...
App

L’ISIS lancia una app smartphone per trasformare i bambini in jihadisti

Mentre vari governi e piattaforme di social media stanno lavorando per smantellare l’ISIS, il suo ‘braccio di propaganda’ ha rilasciato una app per smartphone per insegnare temi jihadisti ai bambini.

Disponibile per i dispositivi Android, l’app è chiamata “Huroof“, ed insegna ai bambini l’alfabeto arabo per aiutarli ad usare armi letali. Il vocabolario insegnato all’interno della app ha temi jihadisti. “L’app e è stata rilasciata attraverso il canale Telegram dello Stato Islamico e su altri siti di condivisione di file”, conferma il sito The Long War.

Telegram è un’app che può essere impostata su qualsiasi dispositivo e consente di inviare messaggi a utenti con la massima riservatezza. L’app per smartphone dell’ISIS comprende dei giochi per bambini che li aiutano a memorizzare come scrivere lettere arabe oltre ad includere un “Nasheed” (un tipo di canzone islamica), per aiutare a insegnare l’alfabeto.

isis-app-bambini-informatblog

I testi in “Nasheed” sono pieni di terminologia jihadista. “Altri giochi nella app includono un vocabolario militarista con parole come “carro armato”, “pistola” e “razzo”. Secondo il rapporto, questa è la prima app per smartphone pensata esclusivamente per i bambini. Precedenti video mostravano bambini addestrati dall’ISIS a usare le armi e a diventare attentatori suicidi.

Anche i talebani recentemente hanno rilasciato una app Android chiamata Alemarah, con dichiarazioni e video talebani. Da allora è stata rimossa dal Google Play Store. L’ISIS ha anche lanciato una app che presenta news e video che mostrano esecuzioni e vittorie in battaglia per propagandare le sue malefatte.

Scoperta dal gruppo hacker collettivo Ghost Security Group, l’app dell’ISIS è stata progettata per “semplificare l’accesso” alla “propaganda” del gruppo terroristico. Secondo un rapporto di Fortune, l’app Android era essenzialmente un portale di notizie gestito dalla Amaq News Agency, un gruppo che si ritiene essere legato all’ISIS.

L’applicazione, tuttavia, potrebbe non funzionare nelle regioni al di fuori del controllo dell’ISIS. Secondo Ghost Security Group, l’applicazione non è disponibile come download sul Google Play Store, ma viene condiviso un link per il download tra i membri attraverso Telegram e altri metodi di comunicazione criptati.

L’ISIS ha anche creato un social network per jihadisti chiamato “Kilafahbook” per aggirare i divieti imposti da Twitter, Facebook e YouTube. Per l’ISIS, i social sono importantissimi per la formulazione delle strategie di reclutamento.

Secondo theconversation.com, Facebook è una piattaforma chiave per raccogliere giovani appassionati, sostenitori e reclute e per incitarle ad atti di violenza con propaganda e uso del risentimento islamico. Quando si tratta di orchestrare in tempo reale attacchi terroristici, la rete dell’ISIS opera con app di messaggistica criptate tra cui Kik, SureSpot, Wickr e Telegram, molto difficili da individuare.

Ghost Security Group è un collettivo hacker simile ad Anonymous che si concentra esclusivamente sull’antiterrorismo. Esso sostiene di aver “terminato oltre 100.000 account social di estremisti” usati dai gruppi di militanti per reclutare membri. (Fonte)

Ti è piaciuta questa notizia? Condividila sui tuoi social preferiti!
Loading...
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti