Apple

La corte degli Stati Uniti vieta la vendita di alcuni telefoni Samsung su richiesta di Apple

La corte federale della California ha vietato la vendita negli Stati Uniti di smartphone Samsung che hanno caratteristiche che violano tre brevetti di proprietà di Apple. Lunedì il giudice Lucy Koh del distretto settentrionale della California, ha stabilito che l’ingiunzione permanente entrerà in vigore 30 giorni dopo l’ufficialità dell’ordine. Il divieto riguarda l’attuazione delle funzionalità come “slide-to-unlock” e l’autocorrezione in alcuni dei precedenti telefoni Samsung.

Gli smartphone che rientrano nell’ordine includono i Samsung Admire, Galaxy Nexus, Galaxy Note, Galaxy Note II, Galaxy S II, Galaxy S II Epic 4G Touch, Galaxy S II Skyrocket, Galaxy S III, e prodotti Stratosphere, che sono gli smartphone più anziani di Samsung. L’ordine del giudice Koh ha anche vietato la vendita di “software o codici in grado di mettere in atto qualsiasi funzionalità che infrange i brevetti”.

Il tribunale aveva già emesso un giudizio sommario secondo il quale Samsung aveva violato il brevetto relativo alla funzione di correzione automatica. Una giuria ha poi scoperto che Samsung ha violato anche altri due brevetti, tra cui uno che copriva la funzione slide-to-unlock, stabilendo un risarcimento per Apple di 119.600.000 dollari per tutti e tre i brevetti violati.

La decisione del giudice Koh è significativa in quanto Apple ha appena iniziato a ottenere benefici dalla sua causa contro Samsung presso il tribunale della California. Il giudice aveva in precedenza rifiutato di emettere un’ingiunzione permanente dicendo che Apple non aveva dimostrato che avrebbe subito un danno irreparabile senza un’ingiunzione. La Corte d’Appello del Circuito Federale, però, ha lasciata inespressa la sua decisione rinviandola di nuovo al tribunale di grado inferiore per ulteriori procedimenti.

In un’altra causa per violazione di brevetto nello stesso tribunale, Samsung ha versato condizionalmente 548.000.000 di dollari, una parte dei danni che una giuria ha detto che deve pagare in un altro caso nel tribunale della California per violazione di brevetti di Apple. Samsung ha contestato i danni rispetto dopo aver reclamato uno dei brevetti, il brevetto ‘pinch-to-zoom’, che Apple ha affermato è stato trovato invalido dal Patent Trial and Appeal Board della U.S. Patent and Trademark Office, secondo un documento di Samsung.

Samsung chiede inoltre alla Corte Suprema di rivedere il principio per risarcimento dei danni sui brevetti di progetto, ottenendo il sostegno di alcune aziende tecnologiche su questo tema. Esso comprendeva tutti i profitti di Samsung arrivati da prodotti contraffatti, anche se progetti brevettati sono solo le caratteristiche minori di tali prodotti, secondo quanto sostenuto dall’azienda.

Una precedente decisione del Circuito Federale “dà all’inventore di una ‘scoperta’ di brevetto di design abbastanza stretto il diritto agli utili realizzati su un dispositivo complesso che è il risultato di letteralmente migliaia di innovazioni separate e brevettate” ha detto la Computer & Communications Industry Association alla Corte Suprema lo scorso venerdì. (Fonte)

Ti è piaciuta questa notizia? Condividila sui tuoi social preferiti!
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti