AppleMusica

La querela di Spotify contro Apple in Europa fa fiasco

Apple ha illegalmente stretto accordi con tre grandi etichette musicali per mettere una stretta su Spotify e altri servizi di musica in streaming? Questa è ancora una questione aperta negli Stati Uniti, dove ogni voce di corridoio riguardo possibili indagini federali o statali è stata doverosamente riportata e ri-riportata.

Le autorità europee nel frattempo, perseguendo una indagine parallela, hanno raggiunto una conclusione preliminare. Mlex, una pubblicazione specializzata in questioni di regolamentazione, ha lo scoop: “Le mosse da parte della Commissione europea risalenti a questa primavera per indagare sul mercato emergente della musica in streaming non sono riuscite a trovare alcuna prova per la cattiva condotta da parte delle case discografiche e di Apple. Il procedimento rimarrà aperto, mentre i colloqui proseguiranno tra Spotify e alcune etichette”.

Le indagini non sono concluse nemmeno oltreoceano. Secondo Dawn Chmielewski di Re/Code, la FTC sta ancora esaminando se il taglio del 30% che Apple fa sugli acquisti on-line, tra cui la musica digitale, può essere interpretato come una violazione della Sezione 2 dello Sherman Antitrust Act.

Come abbiamo detto già in passato, si presenta una lunga lotta. Vedremo mai gli Stati Uniti o la Commissione Europea costruire un caso antitrust contro Apple Music? (Fonte)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti