Guide

Laptop o Tablet? 5 domande da farvi prima di scegliere

Fatevi queste domande prima di acquistare un regalo. Dal modo in cui Microsoft sta commercializzando il Surface Pro 3, si potrebbe pensare che tablet e laptop siano praticamente intercambiabili: solo una questione di preferenze personali. Non siamo convinti: ecco cinque domande chiave da porsi prima di impegnarsi ad acquistare laptop o tablet per voi o per un regalo di Natale.

1. Controllo preciso o qualità del display?

A meno che non si stia parlando di applicazioni specifiche per tablet (di cui parleremo di seguito), il portatile è ancora il re del controllo. Sia che stiate scrivendo un documento o lavorando a una presentazione, il tablet deve ancora battere la precisione di un mouse o la comodità di una tastiera ricca di tasti di scelta rapida. Non illudetevi con un tablet, anche il foglio di calcolo più semplice diventa un lavoro complesso con il touch e i colpetti sullo schermo.

Il rovescio della medaglia, però, è che i tablet hanno un subdolo vantaggio: la qualità di visualizzazione. Tipicamente misurata in pixel per pollice (PPI), la densità di pixel di un dispositivo determina il modo in cui i contenuti appaiono, e dopo diverse ore di utilizzo, quanto i vostri occhi faranno (o non faranno) male.

computer-portatile-tablet-informatblog

Secondo i dati dell’articolo originale, il tablet medio del 2014 ha una densità di pixel di 260 ppi, decisamente buona per un dispositivo da 10 pollici. Per non parlare di modelli di punta come il Galaxy Tab S 8.4, Amazon Kindle Fire HDX e iPad Mini 3, che hanno una densità di pixel ben più alta di 300.

Per i portatili, la media del 2014 scende sotto i 200 PPI, appena migliore della densità di pixel vista sul modello originale di iPhone (163 PPI). Sì, i migliori modelli come il Yoga 3 Pro (276 PPI) e 2014 Razer Blade (262 PPI) sono notevoli eccezioni, ma anche questi prodotti non competono con i migliori tablet sul mercato.

La conclusione è che la maggior parte dei tablet sarà di facile lettura per gli occhi, e, quindi, migliore per la visualizzazione estesa. La domanda è solo se avrete controllo sufficiente per tutto.

2. Schermo o portabilità?

Sì, è possibile trovare praticamente qualsiasi dimensione dello schermo su entrambi i dispositivi in questi giorni. Il Planar Helium (un tablet) ha un display da 27 pollici. L’Acer Aspire One (un portatile) sfoggia un display da 10.1 pollici.

Ma questi sono valori anomali. In generale, i tablet vanno da 7 a 11 pollici, mentre i portatili da 12 a 16. All’interno di ogni categoria di dispositivi, cadendo fuori di questi intervalli, la selezione tende a diminuire in fretta.

Quindi cerchiamo di ammettere che un laptop di solito abbia più spazio sullo schermo. Invece consideriamo la portabilità, una caratteristica che sia tablet che laptop amano pubblicizzare. Ancora una volta, servono i numeri per vedere quanto sottile e pesante sono i dispositivi in media in ogni categoria.

La media del 2014 dei tablet è meno della metà dello spessore (1,06 centimetri) di quella dei laptop (2,78 pollici, piegati). Cosa c’è di più, con Sony e Apple che tagliano via i pollici su iPad e Xperia ogni anno, il divario diviene ancora più ampio.

Il confronto sembra ancora peggio per i computer portatili quando si oarla di peso. Nel 2014 il laptop medii pesa ancora 2,26 Kg, oltre cinque volte tanto quanto il peso medio dei tablet (0,43 Kg). Quei centimetri e chili in più si sentono durante i viaggi in treno o in bus, presentazioni e vacanze, dunque scegliete con attenzione.

3. Performance o semplicità?

Date uno sguardo al foglio delle specifiche di un tablet e vedrete alcuni numeri fuorvianti, come core del processore e velocità di clock. Numeri come questi tendono a sembrare paragonabili ai computer portatili di media-alta gamma, ma non raccontano la storia completa.

Prendete Geekbench, che esegue stress test su tutti i tipi di prodotti per dare un equo confronto tra categorie – un miglior riflesso delle prestazioni reali. Qui, anche alcuni portatili vecchi di tre anni superano i tablet più potenti di oggi.

La cosa buona per gli acquirenti tablet è che possono non aver bisogno di tutta questa potenza. Per navigare sul web, controllare la posta, e scaricare le app non servirà mai la potenza di elaborazione necessaria a modificare un video o eseguire un videogioco di alto livello. In realtà, la maggior parte dei tablet sono costruiti per fare cose semplici e farle bene. Se questo è tutto ciò che serve, la semplicità di un tablet compensa la sua mancanza di potenza.

4. Navigare sul web o app?

Sia laptop che tablet possono navigare sul web. Entrambi possono eseguire applicazioni. Ma ciascun dispositivo eccelle dove l’altro è solo soddisfacente.

Consideriamo la navigazione web. Fino ad oggi, l’esperienza su Internet mobile è incoerente. Flash dà ancora problemi, le dimensioni dei testi sono imprevedibili, e i menù a volte inutilizzabili. Concesso, la maggior parte dei siti web moderni funzionano bene su un tablet, ma ci sono ancora abbastanza sorprese spiacevoli per gli utenti da far loro considerare l’acquisto di un computer portatile, in particolare con attività come acquisto di regali, gestione delle finanze o aggiornamento dei profili professionali.

D’altra parte, il portatile spesso è inferiore nel mondo delle applicazioni. Certo, ci sono i vecchi Word, Excel e Photoshop, ma il portatile tende a perdere nuovi contenuti realizzati da team di sviluppo giovani e agili. Con un tablet, è possibile scegliere tra decine di applicazioni di fotoritocco, la metà di esse a disposizione gratuitamente. Su un computer portatile, è spesso una scelta estrema: o si acquista un’applicazione Adobe da 300 euro o si fa un download rischioso per un goffo editor del 2009.

Alla fine, dipende da dove preferite spendere il vostro tempo. Amate le app? Prendete un tablet. Preferite fare tutto in un browser? Via libera al computer portatile.

5. giochi ad alte prestazioni o perdite di tempo?

Questo non si applica a tutti. Per chi è indifferente ai giochi, non c’è bisogno di ossessionarsi su una scheda grafica di un computer portatile o sulla selezione di giochi per tablet.

Per il resto degli utenti, tuttavia, la situazione diventa un po’ più complicata. I migliori tablet di oggi sono abbastanza potenti, ma gli sviluppatori tradizionali devono ancora lanciare un titolo davvero incredibile sui tablet (spiacente, Infinity Blade). Il dispositivo è ancora migliore per puzzle intelligenti e divertenti perdite di tempo, come Angry Birds o Monument Valley (e si intende come un complimento).

Nel frattempo, sui migliori computer portatili è possibile giocare qualsiasi cosa, spesso superando le ultime console di gioco in termini di prestazioni e abilità grafica. Il problema è che è necessario spendere più di 1000 euro per ottenere la potenza necessaria.

Entrambi i dispositivi possono soddisfarvi in materia di giochi, dipende solo da quali vi piacciono. Tenete a mente, però, che un portatile da meno di 500 euro è probabilmente il peggiore dei due mondi: non è ottimizzato per i giochi semplici e nemmeno abbastanza potente per i giochi migliori per PC. Quindi, se vi piace il gioco, e preferite il laptop, iniziate a risparmiare. A corto di soldi? C’è un grande uccello arrabbiato in attesa sui tablet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti