Instagram

Le scuse di Instagram

Instagram - we follow youTutto cambia per non cambiare nulla. Dopo le ultime polemiche sollevate sul web dagli utenti, causate dalle variazioni dei termini di servizio introdotti da Systrom – proprietaria di Instagram -, allarmati dalla possibilità che la stessa Instagram potesse vendere le fotografie della community per scopi pubblicitari, Kevin Systrom, fondatore di Instagram, ha inviato un lungo post di scuse, rivedendo velocemente le modifiche apportate. In poche ore, molti aderenti alla community hanno minacciato la fuga, ed il National Geographic ha immediatamente sospeso la sua partecipazione – che prevede la condivisione di foto – minacciandone la cancellazione. Systrom ha pubblicato un messaggio chiedendo scusa agli utenti impegnandosi a chiarire i punti oggetto della contestazione.

Infatti, da poche ore, Instagram ha pubblicato un nuovo aggiornamento ai termini di servizio, riscritto nella forma e nei termini di quelli del 2010, che hanno validità a partire dal prossimo Gennaio, impegnandosi a chiedere una consultazione tra gli utenti prima di introdurre variazioni su progetti di inserzioni pubblicitarie.

La strada intrapresa da Systrom è stata quella della trasparenza e del coinvolgimento degli utenti su scelte così importanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti