Gossip e frivolezze

Le strade di Anversa riservate ai malati di smartphone

Allo scopo di evitare collisioni tra la gente che invia messaggi e sta al telefono mentre cammina e i “normali” pedoni, la città belga di Anversa è stata la prima ad installare temporanee corsie per “messaggiare mentre si cammina” (in inglese: text walking lanes) dedicate ai pedoni che sono sempre incollati ai loro telefoni cellulari. La corsia, segnata con vernice bianca e la segnaletica ‘text walking lane’, è il frutto della mente del titolare di un negozio di smartphone nella città di Anversa.

Le corsie per messaggiare mentre si cammina sono progettate per consentire a coloro che stanno sempre al telefono sui social o ad inviare sms o messaggi istantanei a camminare senza rischiare di andare addosso ai pedoni regolari.

anversa-smartphone-belgio-informatblog

Le corsie sono state create da Mlab, una società di smartphone con la missione di fermare la distruzione dei telefoni di cellulari. I dati diffusi da parte degli operatori di telefonia mobile e compagnie collegate nel mondo mostrano che ci sono circa 7,5 miliardi di cellulari, a fronte di una popolazione mondiale stimata in 7,2 miliardi dal US Census Bureau, ha detto l’azienda in un comunicato.

“Probabilmente mentre camminate per le strade mentre inviate sms o messaggi WhatsApp ai vostri amici non prestate realmente attenzione ai vostri dintorni, ma solo a tutto ciò che accade sullo schermo”, ha detto un portavoce di Mlab.

“Questo fa sì che possano avvenire collisioni con pali o altri pedoni. Si potrebbe, senza saperlo, anche mettere in pericolo la propria vita mentre si messaggia mentre si cammina, rischiando magari di attraversare la strada senza guardare” ha detto il portavoce.

Anche se le “corsie per messaggiare mentre si cammina” sono temporanee, i funzionari hanno detto che c’è una possibilità che diventino permanenti. Cosa ne pensate? Anche voi messaggiate mentre camminate? Avete mai rischiato di andare a sbattere contro qualcuno o qualcosa? Fatecelo sapere nei commenti! (Fonte)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti