LG

LG G Flex 2 è il telefono più veloce al mondo

La reazione iniziale al nuovo LG G Flex 2 è tendenzialmente di stupore e ammirazione, nonostante sia un po’ poco pratico in termini di dimensioni. Ma il nuovo telefono è molto migliorato rispetto all’originale LG G Flex, e ha adesso un impatto molto più ampio sul consumatore.

Forbes ha sottoposto il nuovo modello di smartphone LG ad una serie di test di benchmark per vedere quanto è veloce questo telefono. Il benchmark spesso non esprime fatti del mondo reale. Ma il G Flex 2 è il primo telefono con il controverso processore Snapdragon 810, ed aveva senso testarlo per avere uno sguardo al noto problema del surriscaldamento, per vedere come si comporta.

Dai risultati emersi l’LG G Flex 2 è velocissimo e batte ogni altro telefono sul mercato. In ogni prova ha batturo sia il Samsung Galaxy Note 4 e che il Galaxy S5 nonché, con 3DMark, l’iPhone 6. Il modello testato è il modello SK Telecom. Ha come numero di modello LG F510S, e le specifiche sono paragonabili a quelle che vedremo nei negozi statunitensi ed europei. Ci possono essere alcune differenze nel supporto 4G, ma questo è irrilevante.

Le specifiche del G Flex 2 sono piuttosto interessanti. Anche se ha il più veloce chipset Snapdragon, LG ha scelto di usare solo 2 GB di RAM (3GB è più usuale su dispositivi Android di fascia alta) e un modesto 16 GB di memoria integrata (ma c’è uno slot microSD che può accettare schede a 2TB, in teoria ). Se non altro, questo avrà un impatto sul modo in cui il telefono verrà gestito giorno per giorno durante il normale utilizzo.

LG ha evitato uno schermo ad altissima risoluzione, e questo aiuterà il telefono in una certa misura, in quanto gestire uno schermo 1080×1920 è meno oneroso che, per esempio, gestirne uno a 1440×2560. Detto questo, il benchmark 3DMark gira a 720×1280 per evitare che questo sia un problema.

I test sono stati effettuati su tre grandi nomi del benchmarking. Alcuni a 32bit, alcuni a 64bit. Il G Flex 2 è dotato di Android 5.0.1, che permette al processore a 64 bit di eseguire le app a 64 bit native. Secondo 3DMark, l’LG G Flex 2 è più veloce di ogni altro telefono nel benchmark “Ice Storm Unlimited”. E’ stato battuto solo dallo Xiaomi Mi Pad, dall’HTC Nexus 9 e dall’nVidia Shield, ognuno dei quali monta il processore Tegra K1, che è ovviamente progettato per fare molto bene nel gioco 3D.

lg-g-flex-2-informatblog

L’unico test in cui il G Flex 2 non ha battuto i rivali è stato il primo tentativo con AnTuTu 64bit. Potrebbe essere a causa della velocità della RAM o della dimensione, potrebbe essere qualcosa a che fare con la nuova versione di Android. Al secondo tentativo, ha battuto ancora una volta tutto il resto, con un punteggio impressionante.

C’è stato anche un sacco di chiasso sul processore Qualcomm Snapdragon 810. Ci sono state voci insistenti che i 810 scaldano fino al punto di surriscaldare. In nessun momento il telefono si è avvicinato ad essere caldo come il Samsung Galaxy Note 4 quando viene usato con Gear VR. Nel mondo degli smartphone le cose si muovono in fretta. Ci saranno un sacco di telefoni in arrivo il prossimo mese al MWC che batteranno l’LG G Flex 2 nei benchmark. Per prima cosa, c’è quella questione del 64bit in AnTuTu che balza all’occhio. Per un altro, il limite dei 2GB di RAM potrebbe ostacolare un po’ la velocità.

Sarà interessante vedere come farà il Samsung Galaxy S6 in questi test, e quale processore l’azienda utilizzerà. Ne sapremo di più dopo il MWC, che inizierà tra un poco più di una settimana.

Ma attenzione: i parametri di riferimento sono soltanto una piccola parte della storia complessiva di un telefono cellulare. Ma in questo caso è importante perchè LG G Flex 2 monta un chipset controverso. Stiamo iniziando a chiederci quanto di quella controversia sia in realtà basata su fatti. I vostri pensieri tramite i commenti qui sotto sono, come sempre, benvenuti.

One comment
  1. Michael

    Pazzesco ha batutto il Note4 cmq sono curioso di vedere qual’è migliore tra SNAPDRAGON810 e EYNOS7420 da 3gb di RAM!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti