LG

LG costruisce un impianto da 900 milioni per schermi pieghevoli

LG ha rivelato i progetti per la costruzione di un nuovo impianto da 900 milioni di dollari dove costruirà schermi flessibili, progettato per tenere il passo con l’esplosione della domanda di nuovi schermi, che dovrebbero essere utilizzati in tutto, dagli smartwatch ai televisori. La tecnologia è già utilizzata nell’Apple Watch e nei telefoni come il Samsung Galaxy S6 Edge e LG Flex.

Il nuovo impianto per la produzione di schermi OLED flessibili è in costruzione in Corea. A partire dal 2017 produrrà quattro volte il numero attuale di schermi grazie ad un più grande ‘substrato’ di dimensioni del foglio. I display di plastica sono destinati a piccoli dispositivi di nuova generazione che possono beneficiare della piegabilità come quelli per auto, telefoni cellulari e dispositivi indossabili. La maggior parte smartphone e smartwatch di fascia alta di LG e Samsung utilizzano già i display OLED (P-OLED e AMOLED, rispettivamente). Alcuni, come l’LG G Flex 2 e il Samsung Galaxy S6 Edge sfruttano la flessibilità. Ma anche i prodotti di altre aziende, come il Vivo X5, Oppo R7 e la seconda generazione di Motorola Moto X hanno schermi OLED, creando così una maggior domanda per l’azienda tecnologica coreana.

lg-fabbrica-telefoni-pieghevoli-informatblog

LG ha detto che costruirà un altro impianto per gli schermi più grandi delle TV che utilizzano lo stesso sistema di produzione. Samsung ha recentemente promesso che investirà 3,6 miliardi di dollari nella produzione di OLED. LG per contro ha già mostrato una ‘carta da parati TV’ ultrasottile di meno di 1mm di spessore e dal peso di di 1,9 kg, così leggero che può essere fissato alla parete utilizzando solo i magneti. Nel corso di una conferenza stampa in Corea martedì, ha mostrato il sistema: esso utilizza un tappetino magnetico dietro alla parete. Il televisore può essere attaccato alla parete e per rimuovere il display dal muro, occorre separare lo schermo dal magnete.

L’azienda spera che i televisori OLED esplodano in popolarità: sono televisori molto più sottili poiché lo schermo emette luce senza retroilluminazione, a differenza del display a cristalli liquidi. Il capo della divisione OLED di LG Display, Sang-Deog Yeo, ha detto: “OLED rappresenta una tecnologia innovativa, non solo per l’azienda, ma anche per l’industria. La presentazione di questa tecnologia è parte di una più ampia visione di LG Display per mostrare i suoi piani per il futuro”. La società ha detto la sua strategia si articola intorno alla tecnologia OLED, anche se i produttori hanno lottato per produrre in massa set più complessi.

LG ha promesso di aumentare la produzione di OLED a partire dal terzo trimestre di quest’anno ad un livello sostanziale che può soddisfare la domanda dei clienti, secondo il Korea Times. ‘Dovremmo essere in grado di fornire un volume soddisfacente per i nostri clienti da luglio o agosto, il che significa che aumenteremo la produzione e la promozione dal terzo trimestre’, ha detto Sang-Deog Yeo ai giornalisti. ‘Ci sono voluti un anno e mezzo per elevare il rendimento a questo livello, ma per contro ci sono voluti quasi 10 anni per raggiungere il rendimento per gli LCD‘, ha detto.

LG Display manterrà la sua attenzione verso gli schermi di grandi dimensioni, con un piano per introdurre un display OLED da 99 pollici entro quest’anno, ha detto il dirigente. La società ha rilasciato i suoi modello OLED a 55 pollici, 66 pollici e 77 pollici, all’inizio dell’anno.

La società ha inoltre citato i commenti fatti durante l’evento stampa di Ching W. Tang, professore presso l’Università di Rochester a New York e ‘padre della tecnologia OLED‘. Ha detto che i display OLED non diventeranno onnipresenti per altri cinque o dieci anni. A quel punto, Tang ha detto che potranno superare gli LCD in termini di vendite totali. OLED è ampiamente creduto che sarà la prossima frontiera. (Fonte)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti