Caricamento in corso...
Xbox One

Clamoroso marcia indietro di Microsoft su Red Dead Redemption

Alcuni potrebbero chiedersi se la retrocompatibilità Xbox One riceverà il supporto per Red Dead Redemption. La speculazione arriva dopo che Microsoft ha erroneamente reso il gioco disponibile come download digitale durante il fine settimana per chiunque lo avesse acquistato per Xbox 360.

Larry Hyrb di Microsoft ha trascorso l’intera giornata di ieri a scusarsi per ciò che l’azienda ha definito “un incidente“. La retrocompatibilità Xbox One consente agli utenti di scaricare e installare le versioni digitali dei loro giochi Xbox 360 su Xbox One. Microsoft vuole garantire che qualsiasi gioco acquistato in digitale o su disco sia ammissibile per il programma. Per essere chiari, anche se un gioco funziona bene anche per Xbox One, deve ancora essere approvato da parte del suo editore.

Un post su Reddit mostra quante persone hanno scoperto che Red Dead Redemption era disponibile per il programma di retrocompatibilità Xbox One questa settimana. Taluni hanno teorizzato che Microsoft aveva già fatto del lavoro per preparare il gioco all’ingresso nel programma, ma l’aveva semplicemente rilasciato un po’ troppo presto e senza annuncio ufficiale.

red-dead-redemption-xbox-informatblog

Le scuse di Hyrb su quello stesso forum mette questo scenario in discussione. “Microsoft testa tutti i giochi Xbox 360 con il nostro emulatore per garantire un servizio di qualità” inizia. A quanto pare, l’aggiunta di Red Dead Redemption al programma di retrocompatibilità Xbox One è stata un errore. “A causa di un errore, alcuni dei giochi attualmente in prova sono stati resi disponibili.”

L’affermazione mette un punto su quella teoria. Il programma di retrocompatibilità Xbox One coinvolge due fasi di lavoro, una riedizione digitale testata del titolo stesso e un emulatore software che inganna il gioco facendogli credere che stia eseguendo su Xbox 360. Egli osserva esplicitamente nella sua dichiarazione che Microsoft effettua i test sull’emulatore per ogni gioco e ogni opzione possibile. La spiegazione ha senso in quanto Microsoft spera di rendere il processo di aggiunta di un gioco al programma così facile come può esserlo per sviluppatori ed editori.

Certo, questo è deludente per chi davvero voleva vedere Red Dead Redemption su Xbox One. Il gioco è stato enormemente popolare su Xbox 360, vendendo milioni di copie e dominando le classifiche di vendita per mesi. Purtroppo, dipende dalla volontà di Rockstar Games portarlo su Xbox One tramite il programma di retrocompatibilità: la società non ha parlato di aggiungere i suoi titoli su Xbox One senza costi aggiuntivi.

La sua consociata 2K Games è stata tra gli editori che ha aderito al programma nel giugno dello scorso anno. Anche Namco Bandai, Bethesda, Disney, Majesco, Electronic Arts, Sega, Square Enix, Capcom, Ubisoft e Warner Brothers erano in quella lista. Presumibilmente, dovremmo sentir parlare molto presto di altri giochi per il programma di retrocompatibilità Xbox One. Microsoft ha detto il mese scorso che avrebbe smesso di trattenere i giochi per un grande rilascio per concentrarsi sulla realizzazione di un gioco alla volta dopo i test.

Microsoft spera che l’aggiunta di supporto per i vecchi titoli attirerà un gran numero di possessori di Xbox 360 verso la Xbox One. E’ anche chiaramente inteso a guidare la fedeltà; Sony fa pagare per l’accesso ai giochi per PS3 sulla PS4. Microsoft e gli editori a volte regalano codici gioco per i titoli precedenti di una serie, quando gli acquirenti acquistano il titolo corrente per Xbox One.

Borderlands, Halo Reach, Fable 3, Assassin’s Creed 2, Gears of War 3 e Fallout 3 sono già tutti disponibili su Xbox One per coloro che hanno un disco del gioco o un download digitale. (Fonte)

Ti è piaciuta questa notizia? Condividila sui tuoi social preferiti!
Loading...
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti