Altri produttoriAndroidMercati emergenti

Il nuovo Micromax Canvas A1 introduce Android One

Il mercato degli smartphone a basso prezzo in India vede ora un nuovo ingresso, grazie al programma Android One di Google, che per la prima volta è stato svelato in dettaglio il mese scorso. Google ha già collaborato con tre aziende locali – Micromax, Karbonn, e Spice – per introdurre Android One dispositivi a prezzi a partire inferiori ai 100 euro. Tutti e tre hanno presentato un dispositivo ciascuno e sono stati resi disponibili attraverso i principali siti di ecommerce in India.

Il programma Android One fa due importanti promesse – smartphone a basso costo e aggiornamenti più rapidi. Se Google riuscisse a mantenerle entrambi, il mercato degli smartphone da meno di 100 euro fiorirà offrendo opzioni più valide per il numero boom di utenti di smartphone in India.

Micromax-Canvas-A1

Micromax ha introdotto il Canvas A1 in India il 15 settembre scorso per rafforzare la sua posizione sul mercato degli smartphone (lo stesso giorno che il Karbonn Sparkle V Red e il Spice Dream Uno Mi-498 sono stati lanciati). Secondo i dati forniti da IDC, Samsung è leader del mercato indiano con il 36% della quota di mercato, mentre Micromax è al secondo posto con il 16%; Karbonn è terzo.

Il Micromax Canvas A1 è disponibile su Amazon e si prevede che lo sarà presto anche nei negozi fisici. Per ora, Amazon unisce il telefono a una microSD da 8GB gratuita. Diamo un rapido sguardo a come il Canvas A1 si erge contro i suoi rivali smartphone della stessa fascia di prezzo:

spec

Hardware: all’altezza del compito di Android One

La promessa di smartphone a prezzi accessibili è un motivo sufficiente per gli indiani per far festa. Gli ingegneri Android di Google hanno lavorato a stretto contatto con i produttori di chipset mobili per arrivare a uno standard – una sorta di requisito minimo per le specifiche – al fine di garantire che tutto l’hardware Android One sia all’altezza del compito. Ciò ha contribuito ad assicurare buone prestazioni del software – fino a quando non si chiede troppo al telefono, ovviamente. E’quindi in grado di offrire una esperienza stile Nexus, ma ad un costo molto più basso. Naturalmente, a 100 euro non è ancora possibile aspettarsi prestazioni da telefono di prima fascia.

Dal punto di vista del design, il Micromax Canvas A1 è uno dei migliori smartphone di Micromax. Anche se non può avere un look premium o l’esterno lucido, fa la sua figura. Il modulo fotocamera leggermente sporgente, con una finitura in metallo spazzolato, rende il telefono piacevole alla vista. La griglia auricolare circolare e nessun pulsante di menu capacitivo riflette il design Nexus di Google. La cover posteriore rimovibile ha una finitura opaca gommata per una presa sicura.

Micromax-Canvas-A1 (3)

Pesa 136g, è ancora più leggero rispetto ai 158g dello Xiaomi Redmi 1s e di molti altri rivali nella stessa fascia di prezzo. Pulsanti di alimentazione e controllo del volume allineati a destra riprendono il design standard. Con bordi arrotondati e lati curvi, ha un design ergonomico e non si sente troppo spesso.

All’interno del telaio, il processore quad-core MediaTek MT6592 con clock a 1.7GHz è accoppiato con 1GB di RAM. Ci sono solo 2.2GB di storage dedicato per le applicazioni, ma si può facilmente incrementare tale valore con una scheda microSD. Il supporto dual-SIM è integrato per una SIM abilitata per la rete 3G e una per la rete 2G.

La presenza di 1 GB di RAM in effetti è un cambiamento positivo a questo prezzo. Dal momento che Android KitKat è detto essere ottimizzato per 512 MB di RAM, ci si può aspettare che questo se la cavi bene in termini di potenza con il doppio della quantità di RAM di base.

Schermo e suono

Il telefono ha un display da 4,5 pollici con 854 × 480 pixel di risoluzione. Lo schermo non è impressionante se confrontato con il display HD dello Xiaomi Redmi 1S. Inoltre, la mancanza di Gorilla Glass potrebbe renderlo sensibile ai graffi. Ma il Micromax Canvas A1 offre un display con buona luminosità e angoli di visione decenti. I colori sembrano giusti. Mantenete sempre un panno morbido di cotone a portata di mano, perché lo schermo fa presto a diventare una calamita per le impronte digitali.

Spesso gli utenti contano sulla regolazione automatica della luminosità per risparmiare sul consumo della batteria e il trucco qui funziona bene, a differenza di molti altri dispositivi di fascia bassa, impostandolo a 30 secondi. Si noti che la funzione Android ‘Daydream’, una sorta di screensaver altamente configurabile, è attivata per impostazione predefinita, dunque disattivarla potrebbe aiutare a risparmiare un po’di batteria.

L’altoparlante circolare sul retro offre una buona chiarezza del suono, ma non è forte. La mancanza di bassi e loudness uccide la gioia di guardare video o ascoltare musica. Forse, un aggiornamento del software può migliorare le prestazioni in questo senso, oppure utilizzate degli auricolari.

La qualità delle chiamate vocali è nella media, ma l’altra persona può avere difficoltà ad ascoltare la vostra voce se siete in una zona affollata.

Software – una esperienza di Google

Uno dei principali punti salienti del Canvas A1 è l’esperienza Android pura. Funziona Android 4.4.4 KitKat, l’esperienza utente è fresca. Non ci sono personalizzazioni di terze parti, ROM, o fronzoli preinstallati. Amazon, AskMe, Hike, e M!Live sono le uniche applicazioni pre-caricate su questo dispositivo.

Le foto sono gestite con una app chiamata ‘Photo’, e non la ‘Galleria‘ che molti utenti Android potrebbero aspettarsi. L’elaborazione dei documenti può essere fatta con Quick Office. Si può giocare con Angry Birds, Temple Run e Subway Surfers, ma è meglio disabilitare gli aggiornamenti in background durante il gioco altrimenti si rischia di perderci qualcosa, dato l’hardware non eccellente il gioco potrebbe essere soggetto a lag.

Micromax-Canvas-A1 (2)

L’indicatore di forza della rete della seconda SIM continua a rimanere nella barra di stato, anche se lo slot SIM è inattivo. Avrebbe avuto più senso se fosse rimasto invisibile, come fa il Moto E. La cosa più divertente è la funzione screencasting all’interno delle opzioni di visualizzazione in Impostazioni – questo è uno dei vantaggi di avere un Android puro piuttosto che le versioni fortemente modificate di altre marche. Il nuovo dialer intuitivo cattura l’attenzione assieme alla messa a fuoco automatica e l’HDR nella fotocamera, che di solito si trova solo in altri telefoni premium Nexus.

Dal momento che il telefono ha soltanto 2,1 GB di storage dedicato per le app, spostare grandi applicazioni nella scheda microSD le rende più leggere e si aprono più velocemente, ma è una seccatura a volte.

Questo telefono otterrà l’aggiornamento Android Lollipop 5.0 nel prossimo futuro. A seguito di tale aggiornamento, il supporto per i prossimi aggiornamenti di Android è promesso da Google.

Telecamera

Micromax ha inserito una fotocamera da 5 megapixel con un flash LED sotto il cerchio metallico sul retro. L’applicazione Fotocamera è la stessa del Play Store senza caratteristiche particolari. L’opzione di esposizione manuale è integrata un po’più profondamente nelle impostazioni della fotocamera. Se la si attiva, l’opzione appare tagliata quando si accede alle impostazioni.

Prendendo atto che il telefono non memorizza le immagini sulla minuscola memoria incorporata del telefono cellulare, occorre quasi per forza inserire una scheda di memoria. L’autofocus è un dolce add-on e c’è anche il touch focus utilizzabile toccando lo schermo. Tuttavia, la messa a fuoco automatica è un po’lenta. Inoltre, dovrete mantenere il telefono fermo per un paio di secondi per fare una buona foto.

Lo scatto è veloce, ma anche un po’di scossa aggiunge sfocatura all’immagine. I risultati sono comunque belli di giorno con la luce abbondante. C’è anche la possibilità di attivare le modalità macro e sfocatura. Potrebbe essere necessario fare diversi tentativi per ottenere la sfocatura giusta, occorre avere un po’di pazienza. Inoltre, l’opzione HDR tra queste caratteristiche è una sorpresa e crea immagini luminose.

Micromax-Canvas-A1 (4)

Il LED Flash fa poco per le foto in condizioni di scarsa luminosità. La fotocamera frontale da 2 megapixel fa il suo, porta molto rumore all’interno delle immagini ed è quindi utilizzabile solo per le videochiamate o le chat. I selfie non saranno di buona qualità se non si sceglie un filtro appropriato di Instagram.

La fotocamera ha un momento difficile per mettere a fuoco il soggetto durante la registrazione video. La qualità Full HD suona bene sul foglio delle specifiche, ma non fa molto nella macchina fotografica.

Per il prezzo, la fotocamera riesce a fornire risultati sufficienti. Alla fine, i due demeriti principali sono la mancanza di un numero sufficiente di dettagli e il blocco della messa a fuoco lento. Ma le immagini sono abbastanza buone per essere condivise sui social network. Ecco alcuni esempi di foto scattate utilizzando la fotocamera del Canvas A1:

Prestazioni e durata della batteria

Una batteria ai polimeri di litio da 1700 mAh non è sufficiente per un telefono dual-SIM. Con il telefono in modalità singola SIM riesce a durare quasi per un giorno, facendo chiamate vocali, controllare e-mail, leggere i feed RSS e un po’di gioco per sfogarsi. Se lo usate come il vostro telefono principale, siate pronti a caricarlo prima che il giorno finisca. Nel frattempo, in modalità dual SIM, il telefono di solito finisce la batteria dopo circa cinque ore. L’attività di rete in più influisce davvero molto sulla piccola batteria.

Il prezzo basso ha impatto sulla grafica perlopiù. 1 GB di RAM non offre un multitasking decente e funziona male con aperte più di dieci applicazioni in background. I Video HD vengono così così. La grafica ad alta intensità di gioco è certamente un problema sul Canvas A1. Se lo usate per guardare video e giocare molto spesso, allora la durata della batteria non sarà impressionante.

Micromax-Canvas-A1 (1)

Il posizionamento posteriore del diffusore smorza l’uscita audio e si rischiano di perdere chiamate in arrivo quando il telefono è sul divano o sul letto. Ma in definitiva il Canvas A1 ha una buona performance complessiva, ed è meglio di altri telefoni che si portano dietro una grande quantità di personalizzazioni aggiunte dai produttori.

Micromax Canvas A1 contro altri smartphone economici

I telefoni Android One sono creati per fissare uno standard nella fascia bassa. In teoria dovrebbero fissare lo standard migliore possibile, ma Xiaomi è arrivata molto velocemente e ha alzato l’asticella con i veloci Redmi 1s. Sul fronte specifiche, il Redmi trionfa chiaramente contro il Canvas A1.

Xiaomi ha già rilasciato un aggiornamento per risolvere il surriscaldamento e i problemi di memoria con i Redmi 1s, che venivano particolarmente notati dagli utenti dei climi più caldi – come l’India. Una grande quantità di altre ottimizzazioni a livello software può far nascere nuovi fan di Xiaomi nel lungo periodo. Ma il piano di Google è quello di ottenere tantissimi utenti smartphone per la prima volta con la serie di modelli Android One. Mentre il Redmi è abbastanza superiore sui fronti hardware e software, molti opteranno per il Canvas A1 perché è molto più facile averlo (non è soggetto alle vendite flash on-line di Xiaomi) e ha anche un maggiore riconoscimento del marchio.

Conclusione

Il Canvas A1 è un solido primo passo verso i nuovi smartphone Android One. Offre soprattutto la promessa di portare un’esperienza simile al Nexus. Android 5.0 Lollipop porterà ancora più vicino a quella promessa. Sul fronte hardware, 1GB di RAM, archiviazione espandibile, radio FM, e flash LED collettivamente rendono il dispositivo molto valido, dal momento che una o più di tali cose utili sono di solito mancanti sui telefoni a basso prezzo. Il Canvas A1 finalmente le porta tutte a bordo.

In generale, questa è una prima generazione di un dispositivo Android One e sta appena iniziando a trovare il suo ritmo. Ma il Canvas A1 non sta spaccando in termini di potenza o di velocità per quel prezzo – e non aspettatevi di essere incantati dalle sue prestazioni una volta aperte un mucchio di applicazioni o giochi.

A meno di 100 euro, il Canvas A1 è forse l’opzione migliore per tutti coloro che cercano uno smartphone a basso prezzo. Il Moto E è molto vicino all’A1, quindi si tratta di scegliere tra il miglior hardware. Questo Canvas A1 è davvero un buon telefono per chiunque abbia un budget limitato, per chi cerca di iniziare con Android, o per chi vuole fare un regalo a genitori o studenti.

Micromax Canvas A1: Pro

  • Piacevole esperienza Android
  • Bel design, buona qualità costruttiva e pannello posteriore per prese sicure
  • Lo screencasting è divertente
  • Prestazioni a tutto tondo accettabili per questo prezzo

Micromax Canvas A1: contro

  • Schermo che diventa un magnete di impronte digitali
  • Autofocus della fotocamera lento
  • È inferiore rispetto alla concorrenza in termini di specifiche
  • Durata della batteria bassa
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti