Microsoft

Microsoft acquisisce VoloMetrix per migliorare la produttività

L’ultima missione del gigante del software americano: migliorare la produttività aziendale. La produttività dei dipendenti è infatti uno di quegli argomenti su cui qualsiasi imprenditore o amministratore delegato potrebbe dibattere per ore. Nel corso degli ultimi anni, diverse startup sono emerse per contribuire a quantificare tali argomenti. Microsoft ha colto la palla la balzo ed ha appena acquisito una tra quelle più visibili, VoloMetrix, con sede a Seattle.

La startup, che ha raccolto 17 milioni di dollari di finanziamenti prima della sua uscita, conta diverse decine di grandi aziende come clienti, tra cui Boeing, Facebook, Genentech, Qualcomm, Seagate, e Symantec. La piattaforma VoloMetrix utilizza i dati sulle abitudini della posta elettronica di un dipendente e i suoi calendari elettronici per fornire una vista d’insieme sulle tendenze della produttività di una intera società. Troppi incontri e riunioni, per esempio, potrebbe impedire ai team di sviluppo di lavorare in modo tangibile sul prodotto finale.

microsoft-volometrix-informatblog

In un post sul blog sull’acquisizione, Rajesh Jha (Vicepresidente Corporate di Microsoft) ha detto che la tecnologia entrerà a far parte del prossimo prodotto di analisi organizzativa offerto dalla sua azienda, denominato Delve, che sarà disponibile per un’anteprima nel mese di ottobre. Alla fine, il servizio diventerà parte di Office 365, che Jha sovrintende.

Sul blog scrive che: “Anche piccoli miglioramenti per l’efficacia giorno per giorno di una persona possono aggiungere un valore significativo per un’azienda e una maggiore felicità dei dipendenti. … Dare alle persone l’accesso ai dati e agli obiettivi e un feedback personalizzato può portare a un circolo virtuoso di miglioramento sia per gli individui che per la loro azienda”.

I termini dell’acquisizione non sono stati divulgati. Sul suo blog, il co-fondatore e CEO di VoloMetrix Ryan Fuller ha accennato i prossimi aggiornamenti. Entrare a far parte di Microsoft permetterà alla società di scalare molto più rapidamente rispetto al passato. “Microsoft ha un enorme visione per reinventare la produttività e una serie di attività in Office 365 che sono fondamentali per quanto lavoro viene fatto”, ha detto Fuller. (Fonte)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti