Caricamento in corso...
MicrosoftSoftware

Microsoft ammette bug in Windows 10 Update

All’inizio di questa settimana Microsoft ha apparentemente ritirato il recente aggiornamento di novembre per Windows 10 dal suo strumento Media Creation Tool (MCT). Questo significava che chiunque installasse il nuovo sistema operativo da zero, sarebbe dovuto passare attraverso il lungo processo di download e installazione dell’aggiornamento di novembre.

Questo potrebbe aggiungere ore all’installazione da zero, ma per fortuna Microsoft ha ammesso che ci sono stati problemi con l’aggiornamento – sia quello che preinstalla i file da MCT che quelli presenti su Windows Update.

Ritirare l’aggiornamento dal file di installazione MCT è stato un grande mal di testa per molti utenti, soprattutto in quanto non vi è stata alcuna indicazione da parte di Microsoft avrebbe ripristinato l’aggiornamento di novembre dentro MCT; questo avrebbe dovuto essere chiarito. Tuttavia l’altro lato della storia ha portato probabilmente nuovamente alla luce le questioni della privacy per il nuovo sistema operativo di Microsoft.

windows-10-bug-informatblog

Il problema, secondo quando ha detto Microsoft ai giornalisti, era relativo al fatto che l’aggiornamento ha resettato molte delle impostazioni di privacy che molti utenti avevano impostato. Gli utenti hanno segnalato che dopo aver installato l’aggiornamento, non erano a conoscenza che queste impostazioni erano state riattivate:

Secondo quanto rilasciato da Microsoft, “recentemente siamo venuti a conoscenza di un problema che potrebbe aver impattato su un numero estremamente piccolo di persone che avevano già installato Windows 10 e applicato l’aggiornamento di novembre (versione 1511). Quando è stato installato l’aggiornamento di novembre, alcune preferenze sulle impostazioni potrebbero non essere inavvertitamente state conservate come applicazioni in background, filtro SmartScreen e sincronizzazione con i dispositivi. Questo problema è stato risolto con l’aggiornamento KB3120677. Per i clienti che in precedenza hanno installato l’aggiornamento di novembre (versione 1511), stiamo lavorando per contribuire a ripristinare le impostazioni precedenti nei prossimi giorni e ci scusiamo per l’inconveniente. Nel frattempo, gli utenti interessati a verificare le impostazioni possono trovarle andando in Impostazioni, quindi Privacy.”

Sembra che Microsoft sia consapevole del fatto che queste impostazioni sono state osservate da molti utenti, quindi è bello vedere che ha fatto la cosa giusta. Tuttavia, sarebbe stato bello avere una prima spiegazione di quello che stava accadendo, nonché una dichiarazione che l’aggiornamento ad un certo punto, sarebbe stato reintegrato nei file MCT. Per fortuna il problema è durato solo un paio di giorni e tutto sembra essere tornato alla normalità.

Avete avuto problemi durante l’installazione l’aggiornamento di Novembre di Windows 10? Quali sono le vostre impressioni su Windows 10 fino ad ora? Fatecelo sapere nei commenti qui sotto. (Fonte)

Ti è piaciuta questa notizia? Condividila sui tuoi social preferiti!
Loading...
2 comments
  1. Giuseppe Iannuzzi

    Win 10 si sta rivelando una vera schifezza .Vorrei far capire ai sigg.Microsoft che il PC è di mia proprietà e innanzitutto lo uso per lavoro.Non posso perdere 2 giorni per un Upgrade che non funziona!
    Sarebbe opportuno che Microsoft facesse decidere ,come era per le versioni precedenti, agli utenti se installare o meno aggiornamenti.Esempio win Xp sevice pack I,II ,III ecc.
    Sono veramente incazzato….perchè tornare indietro ad esempio continuare ad usare win7 mi costerà una settimana per installare e ritestare tutti i sw che utilizzo.

  2. Luigi Schintu

    Ai primi di agosto c.a., come proposto dalla Microsoft, ho eseguito l’update da Windows 7 Ultimate 64 bit a Windows 10 Pro 64 bit. Con molta soddisfazione ho ritrovato tutti i programmi installati nel s.o. precedente e constatato il loro buon funzionamento, nonché una maggiore velocità d’esecuzione del nuovo sistema nel suo complesso.
    Ho effettuato con fiducia e senza problemi tutti gli aggiornamenti proposti fino al mese di novembre, quando – dopo aver installato il pesante aggiornamento cumulativo “November” v. 1511 – ho rilevato che il “monitor di stato” della mia stampante Canon MP540 non viene più mostrato durante la stampa come prima regolarmente faceva.
    Ho fatto numerosi tentativi, provato a reinstallare il driver dal disco originale e ripristinato Windows tramite il Media Creation Tool contenente l’ultimo aggiornamento, ma non c’è stato niente da fare. Ora, la stampante, pur funzionando, non mostra più i livelli d’inchiostro delle cartucce e nemmeno gli altri eventuali problemi che potrebbero presentarsi (esaurimento carta, ecc.).
    Qualcuno può aiutarmi a risolvere questo problema?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti