Xbox One

Microsoft non ha intenzione di abbandonare il Kinect

Nonostante Microsoft abbia iniziato a rimuovere i Kinect da alcuni bundle Xbox One, l’azienda conferma il proprio impegno nella tecnologia delle telecamere, secondo il dirigente Phil Spencer. Egli ha affermato in una nuova intervista che Microsoft non ha intenzione di abbandonare Kinect, spiegando che rimane una “parte importante” dell’ecosistema generale di Xbox. “Non è abbandonato”, ha detto Spencer.

Spencer ha sottolineato che Microsoft proprio di recente ha aggiornato la sua app Upload Studio con il supporto virtuale allo schermo verde. Si impegnerà ancora di più sugli investimenti in Kinect andando avanti. “Continueremo a costruire funzionalità per renderlo una parte importante dell’ecosistema”, ha spiegato.

microsoft-abbandona-kinect-informatblog

Per quanto riguarda il motivo per cui Microsoft ha deciso di offrire un pacchetto Xbox One senza Kinect, ha detto che è emerso che Microsoft avrebbe dovuto abbassare i prezzi, e questa è stata la migliore opzione.

“Il prezzo è veramente importante per la console – abbiamo visto che durante le vacanze nel Regno Unito e negli Stati Uniti abbiamo fatto bene quando abbiamo abbassato il prezzo, è stato fantastico”, ha dichiarato Spencer. “E io voglio fare in modo che i consumatori abbiano una scelta su quanto stimano le funzionalità di Kinect quando acquistano una console. Se vogliono comprare una console con Kinect, è ancora a disposizione. Penso che sia una parte importante dell’ecosistema. E se volete solo la console e aggiungere Kinect più tardi, o semplicemente Kinect ha qualcosa che non vi interessa, avrete anche questa scelta”.

Le versioni di Xbox One senza kinect attualmente partono da circa 300 euro, circa 100 euro in meno rispetto alla console con l’accessorio. Quando Xbox One venne stato originariamente rilasciato nel novembre 2013, i giocatori avevano una sola opzione: un pacchetto che comprendeva anche la telecamera Kinect.

La rivale PlayStation 4 è ancora la console più venduta di nuova generazione, ma sembra che mosse di Microsoft nell’abbassare i prezzi e i vari bundle ne abbiano contribuito ad incrementare le vendite: nel mese di aprile infatti la Xbox One ha superato le vendite di PS4 negli Stati Uniti.

Guardando al futuro, Spencer ha detto che i team interni di Microsoft continuano a sperimentare nuovi modi per utilizzare Kinect come un mezzo per migliorare l’esperienza complessiva di Xbox. Ma non aspettatevi di vedere a breve un gioco di Halo o Call of Duty controllato a gesti, ha detto.

“Ci sono generi in cui Kinect funziona davvero bene, ma se si sta giocando ad Halo o Call of Duty, non c’è davvero uno scenario in cui si ha bisogno di un Kinect”, ha dichiarato Spencer.

Infine, Spencer ha anticipato che “ci sono ancora diversi annunci” per quanto riguarda le nuove esperienze Kinect, anche se non ha condiviso nessun altro dettagli. La conferenza di Microsoft all’E3 2015 è prevista per lunedi 15 giugno a partire dalle 09:30 fuso orario del pacifico (9 ore in meno rispetto all’Italia). (Fonte)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti