Nintendo SwitchXbox One

Microsoft o Nintendo: chi vincerà nel 2017?

Da qualsiasi angolazione la si guardi, il 2016 ha dimostrato di essere uno degli anni più ricchi di eventi della storia recente. Nel mondo dei giochi, tuttavia, potrebbe rivelarsi essere stato un mero precursore di un ancora più notevole 2017.

Gli ultimi 12 mesi hanno visto nuove console ed esclusive per il mondo PS4 o Xbox One, il tutto mentre Nintendo ha posato in modo efficace le basi per quella che sarà la sua console più importante da un decennio a questa parte.

Ciò significa che il 2017 potrebbe mescolare le carte in tavola, e il trend di Sony, Microsoft e Nintendo durante questa generazione di console potrebbe cambiare radicalmente. Se il 2016 è stato un indicatore, il 2017 dovrebbe infatti dissipare l’idea che la PS4 è la vincitrice della console war.

microsoft nintendo console 2017

Nintendo

Nel 2016, Nintendo ha rinunciato alla Wii U: la console terminerà la sua vita e sarà ricordata per la macchina con le vendite più basse nella grande storia della società. Al suo posto arriva Nintendo Switch, la più grossa scommessa della società nel 2017.

Per gli ottimisti, è il perfetto esempio dell’ingegno di Nintendo e unirebbe l’abilità della società di produrre giochi portatili con una console casalinga in grado di consentire di giocare ai grandi giochi come Call of Duty e FIFA. Per i pessimisti, si tratta di un qualcosa a metà strada e molto scomodo, che offre alle persone la possibilità di giocare in movimento a giochi di successo adatti invece ad essere giocati in salotto.

A occhio la Switch starà nel mezzo tra queste due idee. Milioni di fan Nintendo che hanno deciso di saltare il Wii U potrebbero tornare all’ovile, il che significa che è probabile un lancio forte. Tuttavia, la Switch non ha ancora avuto un ‘momento Wii’: la console dei record di Nintendo ha colpito grazie al suo controller sensibile al movimento, ma la Switch in modalità portatile sembra relativamente ingannevole, e sarà più difficile da vendere al di là dei fan storici della società.

In conclusione, tra le tre grandi, il 2017 di Nintendo sembra il più incerto, perché l’azienda è l’unica che offre qualcosa di nuovo e diverso, e si sta prendendo maggiori rischi. Ciò che si può dire con certezza è che Nintendo ha molti giochi in cantiere per lo Switch quest’anno. The Legend of Zelda: Breath of the Wild è l’unico già noto, ma molti altri giochi sono in uscita.

Ad esempio se Pokemon Stars, successore di Pokémon Sole e Luna e attualmente in fase di sviluppo, riuscirà ad attingere ai fan della serie su 3DS, la Switch potrà fare molto bene, almeno a breve termine.

Microsoft

Se non altro il 2016 è stato l’anno in cui Microsoft ha vinto di nuovo il rispetto che aveva perso con i giocatori durante il disastroso lancio di Xbox One tre anni fa. Quasi dal nulla, la Xbox One S ha riposizionato la console dall’essere un enorme colosso nero ad un dispositivo elegante e di design che rende anche le PS4 Slim simili a giocattoli.

Le vendite vertiginose hanno dato al marchio Xbox un grande slancio: la Xbox One S ha gettato le basi per permettere a Microsoft un potenziale grande 2017, verso il lancio di Project Scorpio verso la fine dell’anno.

Il futuro di Xbox One si basa sulla capacità di Microsoft di comunicare cosa sia la Scorpio. Il suo nome, il suo design, il suo prezzo, come implementa la realtà virtuale, e la forza della sua commercializzazione saranno tutti fattori cruciali. Per questo, si potrebbe sostenere che Microsoft è stata saggia a lasciare che Sony lanciasse la PS4 Pro in anticipo, aiutando i consumatori ad abituarsi all’idea di aggiornamenti di metà ciclo, piuttosto che combattere la battaglia da sola.

Project Scorpio, tuttavia, è già stato previsto come un salto in avanti più grande della PS4 Pro, una tattica che ha senso dato che gli Xbox One sono circa la metà delle PS4. Microsoft, insomma, ha molto meno da perdere e molto più da guadagnare.

Lato software, Microsoft ha schierato una miscela di titoli di prima scelta e nuove serie piuttosto rischiose. Nel 2016 è andata così così: il tanto strombazzato Quantum rottura non è riuscito a trovare un grande successo tra il pubblico, mentre Forza Horizon 3 ha sorpreso molti dimostrando di essere il grande gioco di Natale di Xbox.

Quest’anno, giochi del calibro di Halo Wars 2 e il tanto atteso Crackdown 3 attingeranno ai fan, mentre Sea of Thieves e Scalebound dovrebbero portare un po’ di colore alla lista di giochi della console. Come la PS4, quando si tratta di giochi è essenzialmente business.

il potenziale di Project Scorpio va al di là del numero di console vendute, per l’influenza che può avere sul marchio. Come il controller Elite intenzionalmente troppo caro, Scorpio serve per far diventare Xbox un prodotto di fascia alta, generando così vendite ad alti margini. (Fonte)

Ti è piaciuta questa notizia? Condividila sui tuoi social preferiti!
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti