Mercati emergenti

Microsoft offre il suo servizio di cloud computing Azure ai cinesi

Microsoft e Amazon sono tra i due principali fornitori negli Stati Uniti dei servizi di cloud computing che offrono potenza, web hosting e memorizzazione dati ad aziende di ogni tipo, compresi i rivenditori online. Tale competizione viene ora estesa alla Cina. Microsoft ha infatti lanciato il suo servizio di cloud, Azure, in Cina nel mese di marzo, in partnership con la società cinese 21Vianet Group Inc. Azure ha raggiunto 6 milioni di dollari nel secondo trimestre, secondo 21Vianet.

“Più di 9.000 aziende utilizzano attualmente Azure, e molte aziende nel settore dell’e-commerce sono tra loro”, dice il vice presidente cinese di Microsoft Yan Zhiqing. Microsoft ha nominato pubblicamente circa 20 clienti cinesi, e circa il 20% di essi sono società di e-commerce, tra cui il rivenditore di cosmetici Lefeng.com, il sito di e-commerce di moda Xiu.com e il sito business-to-business Cogobuy.com.

Xiu.com utilizza il servizio Azure per gestire un picco di vendite on-line che hanno generato una media giornaliera di vendita di cinque volte tanto rispetto a quanto erano abituati. Xiu.com si classifica attualmente al n.54 nella classifica Internet Retailer 500, con vendite del 2013 pari a 180 milioni di dollari americani.

“I giorni lavorativi di punta, il nostro sito può essere difficile da accedere”, dice il direttore della tecnologia di Xiu.com Wu Shengxin. “Senza il servizio cloud avremmo dovuto spendere un sacco di soldi e tempo per installare nuovi server, e molti di loro sarebbero stati inattivi nei giorni normali, quando non abbiamo vendite. Azure aiuta a risparmiare il costo di acquisto di server, ed espande la nostra capacità di accesso al sito solo quando ne abbiamo bisogno “.

Microsoft dice che stima il numero dei clienti di Azure in Cina aumenterà di 10 volte nel prossimo anno. Microsoft ha introdotto il servizio Azure nel 2010 negli Stati Uniti, e nello stesso anno ha aperto un istituto di ricerca di cloud computing in Cina. Prima del lancio commerciale, Azure è stato testato in Cina fin dal maggio del 2013.

La strada per la Cina non è facile per aziende straniere come Microsoft e Amazon, perché il governo cinese pone limiti sui servizi Internet che possono essere offerti dalle società con sede al di fuori della Cina. Questo è ciò che ha portato Microsoft a collaborare con 21Vianet, che concede in licenza la piattaforma tecnologica Azure. 21Vianet, le cui azioni sono quotate al Nasdaq negli Stati Uniti, ha istituito una filiale denominata Shanghai Blue Cloud Technology Co. per operare il servizio Azure. Tale unità ha ora più di 300 dipendenti.

Microsoft fornisce formazione tecnologica ai dipendenti di 21Vianet e 21Vianet aiuta Microsoft a localizzare la piattaforma Azure, ad esempio con l’aggiunta di due metodi di pagamento online popolari in Cina, Alipay e Unionpay. Azure ha due data center in Cina, uno a Pechino e l’altro a Shanghai.

Amazon, nel frattempo, sta lavorando per introdurre il suo Web Service di Amazon in Cina. Il gigante del commercio americano lo scorso dicembre ha firmato accordi con il governo municipale di Pechino e il governo della regione autonoma del Ningxia per costruire un data center nel Ningxia, una provincia rurale della Cina, lasciando l’Amazon Web Service a Pechino.

Amazon ha scelto Ningxia West Cloud Valley Technology Co. come suo partner cinese per il servizio di cloud computing. Amazon ha permesso ad alcuni utenti cinesi di testare il servizio all’inizio del 2014, ma non è ancora operativo commercialmente in Cina.

Società statunitensi come Amazon e Microsoft affrontano la concorrenza agguerrita delle società cinesi che offrono potenza di calcolo e memorizzazione dei dati sul web, in particolare Alibaba Group Holding Ltd., società di e-commerce dominante in Cina, che sta espandendo il proprio servizio di cloud computing. Alibaba è pronta a quotarsi alla Borsa di New York a fine mese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti