Xbox One

Microsoft finalmente rinuncia ad Xbox One in Giappone?

Microsoft salterà il Tokyo Game Show 2015 a settembre, riporta la pubblicazione giapponese Famitsu. Anche se non ha dato una ragione, le pessime vendite di Xbox One in Giappone sono sicuramente colpevoli. La console di punta della società è stata lanciata in Giappone come lo scorso settembre, e chiamare il suo progresso di vendite “sonnolento” sarebbe una gentilezza: la scorsa settimana, Xbox One ha venduto soltanto 149 unità in Giappone, rispetto alle 15.000 PlayStation 4 e alle 10.000 Wii U.

Le vendite di Xbox in Giappone sono state una chimera per Microsoft sin dal lancio del marchio. L’originale Xbox non è riuscita a superare il muro del mezzo milione totale di unità vendute in Giappone, e i suoi massicci sforzi per reclutare importanti sviluppatori di giochi giapponesi per Xbox 360 hanno potenziato le vendite a soli 1,5 milioni. Al contrario, le PlayStation 2 e 3 hanno inanellato oltre 27 milioni di unità vendute in Giappone cumulativamente, e la Nintendo Wii è riuscita a vendere quasi 13 milioni di console.

xbox-one-giappone-informatblog

Nel mese di novembre 2014, il direttore di lunga data di Xbox Japan Takashi Sensui ha lasciato il suo posto per lavorare a Microsoft nel quartier generale di Redmond.

Le console casalinghe e portatili giapponesi hanno subito un declino nelle vendite a partire dalla metà degli anni 2000, soprattutto a causa dell’arrivo del mobile gaming e della sua ascesa fulminea. Ma anche se si tiene in considerazione la mania giapponese per i giochi mobili come Puzzle & Dragons, la disparità tra Microsoft e i suoi rivali sulle console è abbastanza forte da non riuscire nemmeno a capire il motivo per cui l’azienda ha puntato così forte con un lancio giapponese di Xbox One.

E’ questo che significa gettare la spugna? Il Tokyo Game Show è l’equivalente orientale dell’E3, ma è anche aperto al pubblico per la metà dei giorni della manifestazione. Nel suo ultimo giorno dello scorso anno ha attirato più di 100.000 persone. Anche i giocatori di tutto il mondo osservano da vicino il Tokyo Game Show.

Tuttavia, comunque si voglia assumere che il marchio Xbox è condannato in Giappone, lasciare una grande opportunità di marketing nella regione che alimenta l’industria dei videogiochi di tutto il mondo è ormai cosa fatta. Microsoft ha continuato a insistere nonostante le vendite inesistenti per più di un decennio, montando bellissimi stand al Tokyo Game Show anno dopo anno, e presentando ottimi giochi Xbox: al Tokyo Game Show dell’anno scorso l’Xbox One 2014 ha rivaleggiato ad armi pari con la PlayStation 4.

Poco più di un anno fa, il capo di Xbox Phil Spencer ha detto a GameSpot, “È molto importante per noi nel settore continuare a investire in Giappone e vedere grandi giochi uscire”. Un anno dopo non è andata proprio così. (Fonte)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti