Microsoft

Microsoft taglia altri 7.800 posti di lavoro

Ci risiamo: I licenziamenti Microsoft (edizione 2016) sono tornati, e sono significativi. La società prevede di tagliare fino a 7.800 posti di lavoro soprattutto nella sua attività di telefonia e registrerà una svalutazione di circa 7,6 miliardi dollari legati all’acquisizione dei dispositivi e servizi business di Nokia. Ciò si aggiunge ai costi di ristrutturazione compresi tra 750 e 850 milioni di dollari.

microsoft-licenziamenti-informatblog

Non molto tempo fa, il CEO di Microsoft Satya Nadella avvertì di scelte difficili imminenti. Il fatto che la maggior parte dei tagli provengano dal business della telefonia della società non è una sorpresa: in una recente riorganizzazione, il business degli smartphone della società è stato fuso nel gruppo generale “Windows e dispositivi” guidato da Terry Myerson, e il precedente capo della divisione Stephen Elop ha lasciato l’azienda.

Microsoft afferma in una dichiarazione che “Sulla base dei nuovi piani, le prospettive future per il segmento smartphone sono inferiori alle aspettative originali. Di conseguenza, la società ha concluso che è necessario un adeguamento di valore delle proprie attività nel settore di circa 7,6 miliardi di dollari”.

I costi di ristrutturazione copriranno i costi di cassa integrazione; la svalutazione ha a che fare con come l’azienda rappresenta il valore di Nokia da un punto di vista contabile e non significa che Microsoft perderà 7,6 milioni di dollari dal suo bilancio, ha detto un portavoce. In sostanza, l’andamento futuro di Nokia non è ciò che Microsoft ha anticipato, e ciò a sua volta ha portato alla ristrutturazione e alla vendita di alcune parti di tale attività. Maggiori dettagli saranno disponibili da Microsoft il 21 luglio.

Il portavoce ha aggiunto che i tagli hanno lo scopo di far tornare l’azienda a focalizzarsi sul suo core business, ed è per questo che ha appena venduto alcune delle sue attività di mappatura e di vendite di annunci ad AOL. “Vogliamo concentrarci su dove siamo in grado di aggiungere valore”, ha detto a Fortune.

La notizia arriva circa un anno dopo che Microsoft ha lanciato il suo piano di licenziamenti più grande della sua storia, lasciando a casa ben 18.000 dipendenti. L’ultimo numero pubblicato da Microsoft riguardo il suo organico dal giugno dello scorso anno è stato di 128.000 dipendenti; il pre-licenziamento di questa primavera ha portato probabilmente la cifra intorno a 118.000. (Fonte)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti