iOSMicrosoftSoftware

Microsoft Windows Bridge per iOS: che cosa significa

Microsoft ha preso una prima build di Windows Bridge, l’ambiente di sviluppo del gigante tecnologico per iOS di Apple, e l’ha rilasciato come open source, pochi mesi dopo aver rivelato i piani per portare le app per iOS e Android su Windows.

La componente di Windows Bridge, che va anche sotto il nome di Project Islandwood, dovrebbe essere rilasciata il prossimo autunno, insieme a nuove funzionalità che Microsoft prevede di aggiungere all’ambiente di sviluppo Visual Studio. Nel frattempo, Microsoft ha rilasciato una prima build della tecnologia su Github per la comunità open-source.

microsoft-bridge-informatblog

Sebbene la storia e lo sviluppo dei personal computer siano in gran parte collegati con Microsoft, l’ambiente per le app Windows (senza considerare i giochi per PC desktop), sta lottando duramente contro la concorrenza. Gli sviluppatori in gran parte si concentrano infatti sulle app iOS e Android, sistemi che hanno trovato grande successo con la svolta della tecnologia verso il mobile.

L’obiettivo degli sforzi di Microsoft è quello di rendere più facile per gli sviluppatori iOS e Android creare conversioni per le loro app da poter essere utilizzate su Windows.

Windows Bridge ha attualmente tre versioni in fase di sviluppo. La prima è Project Astoria, l’ambiente di sviluppo per il porting di applicazioni da Android a Windows. E’ attualmente in fase di anteprima tecnica, con i soli sviluppatori invitati che partecipano alla sperimentazione (la beta pubblica dovrebbe essere rilasciata questo autunno). La seconda versione è Project Centennial, che serve per convertire le attuali applicazioni Win32 di Windows per Windows 10 e Windows Store. Questa tecnologia sarà in fase di test pubblico entro il 2016.

Project Islandwood, cercando di convertire app da iOS a Windows, supporta app Windows 8.1 e Windows 10 sviluppate utilizzando le architetture dei processori x64 AMD e x86. Microsoft presto aggiungerà anche l’ottimizzazione del compilatore e il supporto ARM per aggiungere il supporto mobile, secondo un post sul blog di Windows.

Rilasciare Project Islandwood open source è una mossa molto importante per Microsoft per lievitare il numero di app sul Windows Store. Secondo i dati di Statista, ci sono 1,6 milioni di app disponibili sul Google Play Store per gli utenti Android e 1,5 milioni di app disponibili su App Store per gli utenti iOS. Microsoft non ha rivelato quante app ci sono su Windows Store, ma il numero potrebbe essere inferiore a 300.000.

Rilasciare Project Islandwood open source è dunque una mossa per far sì che sempre più sviluppatori prenderanno le loro creazioni iOS e Android e le porteranno sulle piattaforme Windows. (Fonte)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti