AppGuide

Le migliori app per iPhone e iPad del 2015

Da Periscope ad Enlight, da Apple Music a Google Foto, da YouTube Gaming a Pacemaker: ecco le migliori nuove app iOS dell’anno

Secondo la società di analisi Forrester Research, i possessori di smartphone passano l’85% del loro tempo con le app, ma 84% di questo tempo è trascorso utilizzandone solo cinque che non sono state precaricate sui loro dispositivi. Ecco perché è così difficile per nuove app di diventare WhatsApp o Candy Crush: anche se i loro sviluppatori possono convincere le persone a scaricarle, farle utilizzare regolarmente è tutta un’altra sfida.

Molti ci stanno ancora provando, e il 2015 ha visto alcune idee innovative su App Store. Ecco le nostre 25 migliori nuovissime app iOS dell’anno. Ne abbiamo perse alcune? La sezione commenti è aperta per le vostre raccomandazioni.

25. Star Walk 2

Rivolta a astronomi amatoriali, Star Walk 2 aiuta a identificare stelle, costellazioni, pianeti e comete nei cieli, con modelli 3D di nebulose notevoli e una modalità notturna per ridurre la luce dello schermo al minimo.

24. Grayout

A rigor di termini Grayout è un gioco, ma si può catalogare sotto la categoria “fiction interattiva”. Comunque si classifichi, questa app è meravigliosa: è un prequel di Blackbar, dello stesso sviluppatore. Ambientato in un ospedale, vi vede combattere un’afasia post-traumatica per procedere con la storia.

23. Moodnotes

Moodnotes è un diario di umori digitali che vi permette di monitorare come vi sentite, suggerendo alcuni consigli per evitare “trappole pensanti” che potrebbero portarvi in un buio. Il suo design assicura che il processo non sia mai un lavoro di routine.

22. Layout di Instagram

E’ giusto chiedersi perché si tratti di una app separata e non semplicemente un elemento di Instagram, ma ciò non ferma Layout nell’essere uno strumento di foto-collage davvero accessibile. Potrete scegliere i vostri scatti, disporli in una cornice multi-immagine, e poi condividerli o salvarli, quest’ultima opzione comoda per la condivisione sui social network non Facebook.

21. Vessel

Chi pagherebbe per guardare i video di YouTube, dal momento che sono tutti disponibili gratis su YouTube? Vessel è stato un tentativo ben progettato per scoprirlo, offrendo nuovi contenuti provenienti da una serie di video star online prima che arrivino su YouTube.

20. MyHeart Counts

Le ambizioni di Apple con la sua app Salute sono tra le cose più interessanti di iOS, comprese le sue collaborazioni con i ricercatori medici. MyHeart Counts della Stanford University è un buon esempio: mette i dati del cuore a buon uso.

19. Electricomics

Electricomics (solo per iPad) è l’ultimo tentativo di ripensare i fumetti e i graphic novel per i dispositivi touchscreen. Completo dei fumetti di Alan Moore, Garth Ennis, Leah Moore, John Reppion e Peter Hogan, mostra come un attento uso di interattività potrebbe davvero aggiungere qualcosa.

18. Arcadia

Fiction interattiva, un romanzo scritto dall’autore Iain Pears appositamente per questo mezzo. La sua trama intricata traccia 10 storie di personaggi che si intersecano, e mentre la sua interfaccia è molto intelligente, la qualità della scrittura assicura che sembri un vero e proprio romanzo, piuttosto che un espediente digitale.

17. Office Lens

Se avete mai provato a scattare una foto di una lavagna scarabocchiata per un uso successivo, Office Lens è l’app che fa per voi. Ottimo per la scansione di documenti così come per trasformare i biglietti da visita e ricevute in note digitali per un’archiviazione sicura, è diventata una delle più utili app legate al mondo del lavoro fin dal suo lancio nel mese di aprile.

16. Pacemaker

Nel 2014 Pacemaker era un’applicazione per iPad che sfruttava Spotify per la sua musica. Nel 2015, però, è diventata qualcosa di ancora più interessante: un’app per iPhone con un proprio assistente di intelligenza artificiale (chiamato Mallgan) che costruisce i vostri mix, con la possibilità di modificarli a piacimento.

15. WifiMapper

Per i viaggiatori frequenti che spesso si trovano a caccia di accesso a internet che non distrugga la bolletta telefonica, WifiMapper è inestimabile. Essa fornisce una mappa di hotspot Wi-Fi (sia gratuiti che a pagamento), con dati sulla bontà delle connessioni e sulle posizioni in cui si trovano.

14. Apple News

Ci sono un sacco di mormorii su come Apple News modificherà il mondo dell’editoria, ma giudicandolo rigorosamente come una app, è veramente valida. Tira fuori notizie da una vasta gamma di fonti, le visualizza ordinatamente, e nel giro di pochi mesi dal suo lancio ha mostrato una ottima capacità di regolarsi in base alle preferenze degli utenti.

13. YouTube Gaming

Accanto a musica e video per bambini, i giochi sono diventati uno dei tre pilastri principali di YouTube. Di conseguenza, quest’anno è nata la propria applicazione stand-alone, che fornisce un rapido accesso a video, recensioni e un’area di crescente attenzione per YouTube, lo stream di Twitch.

12. Camera51

Già un successo su Android, Camera51 è stata altrettanto impressionante su iOS come alternativa al software incorporato della fotocamera. Il suo accento è posto su di voi aiutandovi con l’inquadratura e la composizione, se state scattando a oggetti, paesaggi o persone (selfie inclusi, siamo o no nel 2015?).

11. MixRadio Music

MixRadio una volta era il servizio di musica in streaming di Nokia, prima che venisse venduto a Microsoft, e poi venduto di nuovo al social network giapponese Line. Con il suo nuovo proprietario, è arrivato su iOS per la prima volta. Potete ascoltare brani dei vostri artisti preferiti o improvvisare un canale, così come scavare in profondità nella sua impressionante collezione di brani.

10. Apple Music

Cosa dire di Apple Music che non sia già stato detto a lungo? Il rivale di Spotify non è così male come i suoi critici più duri hanno sostenuto, né così innovativo come i suoi creatori hanno suggerito. Ma eccellenti playlist, una stazione radio in diretta molto ascoltabile e un motore intelligente di raccomandazioni ha reso Apple Music un’app davvero buona.

9. Inbox

Per chi ama Mailbox, purtroppo il 2015 si è concluso con la notizia deludente che Dropbox ha fagocitato questa app di posta elettronica. Per gli utenti di Gmail, Inbox può essere la risposta nel 2016. Avendo imparato dall’interfaccia utente di Mailbox, aggiunge caratteristiche come unione di messaggi simili insieme, e separa i promemoria dai messaggi di posta elettronica.

8. Google Calendar

Il problema delle app di calendario è che spesso vengono comprate e chiuse da un pesce più grande: come ha fatto Sunrise quest’anno. Almeno questo non accadrà con Google Calendar, ma l’app è un’ottima alternativa al calendario predefinito di iOS, con un’interfaccia semplice e comode notifiche.

7. Vrse

Se siete interessati alla realtà virtuale, Vrse merita una prova sul vostro iPhone. Fornisce l’accesso ad un crescente numero di cortometraggi in realtà virtuale prodotti dal regista Chris Milk, dai rifugiati siriani ai video musicali degli U2.

6. Eve

Apple ha fortunatamente ricordato che le donne hanno altre esigenze al di là di scoprire nuova musica quest’anno, ed ha aggiunto il monitoraggio del ciclo alla sua applicazione Salute. Ma Eve (precedentemente chiamata Ruby) è un’ottima alternativa al monitoraggio di tutto, dai cicli mestruali allo stress fino al sesso, con una comunità ampia di utenti sempre pronte a dare un consiglio.

5. Detour

Un complemento per il giorno al notturno Star Walk 2, Detour è una app per i vagabondi a piedi. Esso offre una selezione di tour audio a partire da San Francisco passando per Londra, Parigi, Berlino e Barcellona. Dal Westminster a Clerkenwell, potrebbe gettare nuova luce su Londra anche per i londinesi, non solo per i turisti.

4. Dubsmash

Strettamente parlando Dubsmash è stata rilasciata proprio alla fine del 2014, ma è stato nel 2015 è diventata una mania. E’ per questo che i vostri amici e familiari sono stati regolarmente in cima alla bacheca dei vostri social a colpi di musica o dialoghi dei film.

3. Google Foto

La nuova versione di Flickr rimane una forza da non sottovalutare quando si tratta di archiviare e condividere fotografia mobile, ma Google Foto gli ha dato una forte concorrenza quest’anno: è facile da usare, offre spazio illimitato per foto a risoluzione standard, e incorpora alcuni strumenti di editing e condivisione molto utili.

2. Enlight

Una delle app del 2015 più impressionanti in entrambe le sue incarnazioni iPhone e iPad, Enlight è l’ultimo tentativo di migliorare il foto-editing sui dispositivi mobili. Al suo livello di base, è davvero facile da usare, ma più si esplorano le sue funzioni creative, meglio appariranno le vostre foto.

1. Periscope

Il live streaming video spesso non ha senso … fino a che non salta fuori qualche video che ne ha: da eventi di attualità a celebrità in chat con i fan. Acquisita da Twitter prima del suo lancio a marzo su iOS e a maggio su Android, Periscope sta diventando un’aggiunta molto interessante per i media. (Fonte)

Ti è piaciuta questa notizia? Condividila sui tuoi social preferiti!
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti