Altri produttoriGoogle

Moto X, lo smartphone di Google

Google sfida Apple sugli smartphones

e lancia Moto X, il suo primo smarphone!

 

Google_wordmark
Google lancia la sfida alla regina degli smartphone, Apple. Mountain View infatti presenterà verso la fine dell’anno “Moto X”, un telefonino che si porrà in diretta competizione con Iphone5 nonché il primo telefono prodotto da Motorola Mobility dopo essere stata acquisita da Google ad agosto 2011 per 12.5 miliardi di dollari.
“Moto X” vuole essere il primo smartphone “Made in Usa” capace di prevedere le intenzioni del proprio proprietario: se infatti l’utente vorrà fare una foto Moto X sarà in grado di intuirlo ed avvierà automaticamente la fotocamera.

L’annuncio giunge niente meno che da Dennis Woodside, capo di Motorola Mobility, durante la conferenza californiana D11, nella quale ha annunciato che appunto l’azienda a breve introdurrà nel proprio portafoglio un numero limitato di smartphones.

Woodside precisa che “Moto X” verrà prodotto al 70 % in Texas, in un ex stabilimento Nokia e creerà occupazione per 2.000 persone. La componentistica sarà invece internazionale, sembra infatti che i processori verranno da Taiwan e il display sarà di tipo OLED, più sottile rispetto ad un LCD e prodotto in corea del sud. La batteria verrà progettata per durare più di un giorno e un giroscopio con un accellerometro saranno sempre in azione per intuire le mosse dell’utilizzatore, o per esempio per capire che si sta usando il dispositivo a bordo di un automobile e così rendere l’uso stesso del dispositivo più sicuro da parte delle persone che viaggiano.

Sarà questo il primo passo di Motorola per guadagnare nuovamente il terreno che ha perso ultimamente a vantaggio di rivali quali Samsung. Sarà inoltre una cartina di tornasole per comprendere cosa é in grado di fare Motorola sotto la guida Google.

Rimangono nel mistero il prezzo e il design così come le altre caratteristiche tecniche. Solamente é stato reso noto che sarà più economico di Iphone e che probabilmente apparirà nel mercato per la fine del 2013.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti