News

Nintendo annuncia la morte del presidente Satoru Iwata

Il Presidente di Nintendo Satoru Iwata è morto in seguito a problemi di salute. La società ha confermato la notizia in una breve dichiarazione [PDF] in data 13 luglio, dicendo che “Nintendo Co., Ltd. si rammarica profondamente di annunciare che il presidente Satoru Iwata è morto l’11 Luglio 2015 a causa di una crescita del dotto biliare”.

Entrato nei vertici di Nintendo a cavallo del millennio, Iwata ha portato l’azienda verso una serie di console innovative a fronte di una battaglia a tre vie sempre più competitiva con Sony e Microsoft. Mentre Nintendo era a lungo un nome forte nel gioco ed è riuscita a sopravvivere alla rivale storica Sega, Iwata è stato al timone di una società in lotta per il predominio contro PlayStation e Xbox.

satoru-iwata-informatblog

Il 55enne presidente aveva dovuto affrontare complicazioni di salute prima della sua morte, sottoponendosi ad un intervento chirurgico per rimuovere un tumore nel dotto biliare a giugno 2014. Iwata ha scritto agli azionisti il 24 giugno 2014 dicendo loro che, anche se l’intervento era andato bene, sarebbe stato costretto a saltare la riunione annuale degli azionisti della società pochi giorni dopo, il 27 giugno.

“Come il presidente della società, mi dispiace di non poter partecipare alla riunione”, disse al momento. “Tuttavia, capisco che devo dare la priorità alla salute per recuperare il più presto possibile in modo che avrò di nuovo la possibilità di di fare del mio meglio per aiutare l’azienda a crescere”.

Nintendo ha comunicato che, a seguito della recente scomparsa di Satoru Iwata, i due Amministratori Delegati senior ed i dirigenti rappresentativi Genyo Takeda e Shigeru Miyamoto “rimangono in azienda.” Uno dei leggendari game designer di Nintendo, Miyamoto, ha recentemente rappresentato l’azienda alla fiera E3 di Los Angeles, prendendo il palco dopo i Nintendo World Championships.

Iwata fu nominato direttore della Nintendo nel giugno 2000, diventando il primo presidente della società al di fuori della famiglia fondatrice Yamauchi. Nel mese di giugno del 2013, poco dopo la supervisione del lancio di 3DS e Wii U, fu nominato amministratore delegato di Nintendo of America.

Durante i suoi anni a Nintendo e nel suo lavoro precedente di sviluppatore di giochi alla HAL Laboratories, Iwata ha lavorato su di un certo numero di titoli di punta tra cui Kirby Dreamland, The Legend of Zelda e Mario Kart. E’ stato anche fondamentale per il lancio della console portatile Nintendo DS e per le console Wii e Wii U: tutti questi prodotti hanno cambiato per sempre il mondo dei videogiochi ponendo la loro attenzione alla rilevazione del movimento.

In un’intervista del 2011 con Shigeru Miyamoto, pubblicata poco dopo il lancio del Wii U, Iwata espresse le sue speranze per la nuova console. “Ci sono alcune persone che assumono che Nintendo è l’equivalente di giochi per le masse”, ha detto. “Se saremo in grado di rompere quelle barriere psicologiche con la Wii U, saremo in grado di raggiungere il nostro scopo di espansione della popolazione di gioco alla fase successiva”. Il commento ribadì il suo messaggio fondamentale che i giochi dovrebbero essere “goduti da tutti, indipendentemente da età, sesso o esperienza di gioco.”

Ma nonostante una serie di ottimi prodotti durante il suo mandato, Nintendo ha lottato per fare progressi nei confronti di alcuni dei suoi concorrenti in termini di vendite. Nella sua più recente relazione annuale pubblicata, la società ha registrato un fatturato relativo al Wii U di soli 2,72 milioni di unità nel corso dell’anno fiscale terminato il 31 marzo 2014. La società ha dichiarato nella relazione che “il business Wii U nel suo complesso ha mostrato una crescita lenta”, e che “l’hardware ha ancora un impatto negativo sui profitti di Nintendo principalmente negli Stati Uniti e in Europa“.

Secondo i dati disponibili, Nintendo ha venduto 6,1 milioni di console Wii U in un anno e mezzo dal suo lancio. Tuttavia, questo dato impallidisce in confronto ai 7 milioni di PlayStation 4 vendute da Sony e ai 5 milioni di Xbox One vendute da Microsoft nei loro primi sei mesi sul mercato. La società ha registrato un calo del 10% nelle vendite per l’anno a marzo 2014, con un calo dei profitti di 450 milioni di dollari.

Nintendo deve ancora annunciare il successore di Satoru Iwata. Tuttavia, con la società giapponese che celebra i 30 anni del lancio americano del suo pionieristico Nintendo Entertainment System quest’anno, il nuovo presidente di Nintendo avrà il compito di plasmare l’azienda da produttrice di vecchi giochi ad una società che continua ad essere valida nel 21° secolo.

Nintendo non ha avuto ulteriori commenti. (Fonte)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti