Caricamento in corso...
Altri accessori

Nintendo a lavoro su un controller per smartphone?

Da anni alcuni giocatori si lamentano della mancanza di tasti fisici sugli smartphone touchscreen, problema che rende questi dispositivi meno ideali per molti tipi di giochi tradizionali. Da tempo innumerevoli produttori di accessori hanno cercato di risolvere questo problema con una varietà di controller per smartphone fisici che hanno riempito una piccola nicchia del mercato mobile gaming al meglio.

Ma ora è il turno di Nintendo: l’azienda giapponese sta valutando la possibilità di creare un proprio controller fisico per gli smartphone. In risposta a una domanda sulla possibilità di creare giochi d’azione per smartphone nel corso di una recente sessione Q&A, Shinya Takahashi di Nintendo ha osservato che “i controller fisici per app per smartphone sono disponibili sul mercato ed è possibile che anche noi potremo sviluppare qualcosa di nuovo in questo settore”.

nintendo-controller-smartphone-informatblog

Allo stesso tempo però, Takahashi ha suggerito che Nintendo dovrebbe “capire se i giochi d’azione sono davvero possibili (senza un controller fisico) da creare e come possiamo progettarli su un dispositivo di questo tipo” In altre parole, cercare di fare un gioco d’azione che funziona su un touchscreen potrebbe essere più facile che cercare di forzare i giocatori di smartphone a usare un controller esterno.

La dichiarazione è ovviamente abbastanza lontana da una conferma che Nintendo ha un piano per un controller per smartphone. Tuttavia, il fatto che un dirigente di alto livello dell’azienda abbia ritenuto interessante l’idea è un segno del pensiero potenziale di Nintendo di voler entrare a piè pari nel mercato degli smartphone.

Dopo il lancio di Miitomo, la sua prima app per smartphone, Nintendo dice che prevede di lanciare altri cinque giochi per smartphone entro il prossimo marzo. Essi includono giochi basati sulle serie Fire Emblem e Animal Crossing, entrambi i quali non dovrebbero davvero aver bisogno di tasti fisici per funzionare correttamente.

Nella stessa sessione Nintendo ancora una volta ha detto che sta esaminando il mondo della realtà virtuale. Shigeru Miyamoto in persona ha detto che la società sta “conducendo ricerche con molto interesse” in “non solo nella realtà virtuale ma anche nella realtà aumentata e in molte altre tecnologie.” Detto questo, Miyamoto ha detto che continua ad essere preoccupato per la tecnologia che ruota intorno alla realtà virtuale, tra cui “eliminare le preoccupazioni di un impiego a lunga durata” e “fare in modo che un genitore non si debba preoccupare quando il bambino indossa un dispositivo per la realtà virtuale in salotto”.

La sessione Q&A ha anche fornito uno sguardo sorprendente alle aspettative interne di Nintendo per il Wii U. Alla domanda relativa al suo pessimismo riportato verso il Wii U prima del lancio, il presidente di Nintendo Tatsumi Kimishima ha osservato che “in una riunione interna qualcuno aveva previsto che sarebbero state vendute quasi 100 milioni di Wii U in tutto il mondo. Il pensiero era che, dato che la Wii ha venduto bene, la Wii U ne avrebbe dovuto seguire l’esempio”.

Kimishima ha fatto capire di aver pensato che questo pensiero era troppo ottimista, ricordando di aver detto, “dal momento che il Wii ha già venduto così bene, dobbiamo spiegare chiaramente l’attrazione del Wii U, se vogliamo andare oltre e vendere il nuovo sistema, e che questo non sarebbe stato un compito facile … penso che una parte di questa comunicazione possa aver incontrato un tono negativo”.

Anche se questa sensazione non è stata condivisa ampiamente all’interno della società, guardando indietro ora è sconcertante pensare che Nintendo ha visto il potenziale per la Wii U per raggiungere le oltre 100 milioni di unità vendute della Wii. Finora, il Wii U ha venduto solo 12,8 milioni di unità in tutto il mondo, e Nintendo pensa che durante quest’anno fiscale ne venderà soltanto 1 milione in più. (Fonte)

Ti è piaciuta questa notizia? Condividila sui tuoi social preferiti!
Loading...
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti