Dati finanziari

Nintendo in perdita di quasi 100 milioni di dollari

Nintendo non riesce a scrollarsi di dosso il brutto momento. Il produttore di console per videogiochi giapponese ha riportato un fatturato di circa 730.500.000 dollari (circa 500 milioni di euro) alla fine del trimestre chiuso al giugno 2014, un calo dell’8,4% rispetto allo stesso trimestre di un anno fa. E nonostante abbia triplicato le vendite di console Wii U nel corso del trimestre, Nintendo ha concluso con 9,9 miliardi di yen (circa 97 milioni dollari o 70 milioni di euro) di perdita rispetto ad un profitto di 84 milioni di dollari dello stesso trimestre dello scorso anno.

Anche se Nintendo ha venduto 510.000 console Wii U nel corso del trimestre aprile-giugno rispetto alle appena 160.000 unità vendute nello stesso trimestre di un anno fa, il Wii U non è stato preso d’assalto come Nintendo sperava. Le vendite del 3DS non stanno aiutando la questione: Nintendo ha venduto 820.000 di console portatili 3DS nel trimestre, in calo rispetto alle 1,4 milioni di unità dell’anno precedente.

Di positivo occorre dire che Nintendo ha centrato le sue previsioni di vendita di 3,6 milioni di Wii U e di 12 milioni di 3DS per il suo anno fiscale a marzo 2015. Nintendo ha anche riferito vendite robuste del suo gioco Mario Kart 8, il quale ha venduto 2,8 milioni di unità in tutto il mondo. Ancora più importante, ha contribuito a incrementare le vendite del software Wii U per il trimestre a 4,4 milioni di unità, in crescita rispetto al milione di unità all’anno precedente.

Nintendo ritiene che la risposta a come vendere più console – e ritornare così ai guadagni – stia nel rilasciare più titoli di successo. A tal fine, Nintendo prevede di terminare l’anno alla grande rilasciando titoli importanti e nuovi prodotti, come Super Smash Bros. per Nintendo 3DS, Pokemon Omega Ruby, e Pokemon Zaffiro Alpha.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti