WiiU

Nintendo ha raggiunto i limiti dell’hardware del Wii U

Che piaccia o no, è improbabile che i giochi su Wii U migliorino graficamente sempre di più rispetto a quello che stiamo vedendo nei titoli usciti in questo periodo. Nintendo non è mai stata conosciuta per il realismo dei suoi giochi. Nessuno ha mai preso Mario Kart 8 commentando quanto sembrino incredibili e reali l’erba e l’acqua, o quanto sia precisa la Master Sword in Hyrule Warriors. I giochi Nintendo sono conosciuti per essere dei cartoni animati in miniatura con una colonna sonora e un sacco di divertimento in combinazione con un gameplay impegnativo.

Purtroppo Nintendo non può sopravvivere per sempre ad essere uno dei pochi editori che creano giochi di successo per il Wii U, ma questo è esattamente dove le cose si stanno dirigendo da un po’. E gli ultimi tre giochi principali per il Wii U pare che stiano raggiungendo il massimo per quanto riguarda la qualità.

Mario Kart 8 fu lanciato senza la capacità di mostrare la gara di un singolo giocatore sul Gamepad, con la gara multiplayer sulla console. Invece si ha il mirror della griglia a 4 giocatori sul televisore, rendendo lo schermo del Gamepad inutile fino a quando non si mostra la mappa. Hyrule Warriors ha confermato le preoccupazioni sulle performance, consentendo a questa caratteristica mancante in Mario Kart di essere presente nell’avventura. Attivando questa funzione il gioco di Zelda diviene ingiocabile sul televisore, perché la console semplicemente non può gestire entrambi i display in questo modo.

Le fatiche del Gamepad in multiplayer non sono del tutto sorprendenti, però. Dopo tutto, a quel punto si sta praticamente chiedendo alla console di gestire due diverse iterazioni dello stesso gioco. Guardando al di là di quel particolare problema, ci sono ancora diversi ripetuti esempi di limiti prestazionali. Nintendo ha recentemente rilasciato Bayonetta 2 ma all’interno del gioco così ricco di azione si nascondevano praticamente tutti i difetti visivi che si trovano in Hyrule Warriors. Cose semplici, come livelli resi male e pause imbarazzanti tra cut-scene e gioco normale. Da fermi questi giochi sono bellissimi, ma è chiaro che la console stessa non ha la potenza necessaria per fornire questi titoli la grafica su cui meritano di stare.

Non una notizia che il Wii U sia sottodimensionato rispetto alla Xbox One o alla PS4. Nessuno si aspettava Destiny disponibile su Wii U, nonostante quanto innegabilmente sarebbe potuto essere bello se il gioco si fosse giocato col Gamepad. Il problema in cui i fan Nintendo stanno per imbattersi sarà in ogni titolo possibile del futuro non realizzato da Nintendo. Sappiamo dall’E3 che ci sarà una gamma impressionante di giochi molto interessanti nel 2015, ma è realistico aspettarsi titoloni per il Wii U dopo questa prossima ondata?

La Xbox One e la PS4 stanno solo adesso andando a regime, dopo alcuni problemi di prestazioni e correzioni di bug per Microsoft. I giochi in uscita per quelle che sono viste da molti come le “vere” console next-gen stanno per mostrare contenuti ben al di sopra di quello che il Wii U può offrire, e questo non è buono per chi ha scelto la Wii U come unica e sola console di gioco.

A differenza della precedente generazione di console, la macchina di Nintendo è l’unica non in esecuzione su hardware PC x86. Il chip PowerPC del Wii U significa non solo che gli sviluppatori devono di paralizzare i loro giochi per lavorare con hardware meno capace, ma devono anche fare del lavoro extra necessario a supportare l’architettura PowerPC. Combinato con le basse vendite fino ad ora, non è difficile immaginare uno scenario in cui Nintendo sarà addirittura ignorata dai produttori di kolossal videoludici dopo questa nuova ondata di giochi.

Una nuova console sembra l’unica opzione reale, e mentre ci sono state voci di un Nintendo Fusion Terminal è difficile immaginare che la console sarà pronta e disponibile a breve. Nintendo potrebbe cavalcare l’emozione nei prossimi mesi e rilasciare una nuova console, ma avrebbe bisogno di essere compatibile con Wii U in modo che una mossa del genere non danneggi la loro base di utenti.

Come abbiamo visto con la Xbox One e PS4, la compatibilità non è un’opzione se Nintendo si trasferisse a x86. Qualunque cosa accada a breve per Nintendo accadrà nel 2015, e ciò significa che non accade fino al prossimo Natale, e in qualsiasi modo lo si guardi Nintendo dovrà offrire qualcosa di veramente spettacolare quel giorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti