Caricamento in corso...
Nintendo Switch

Nintendo Switch, specifiche rivelate prima della presentazione?

Nintendo sta aspettando gennaio per rivelare le informazioni sulle specifiche della sua nuova console Nintendo Switch, ma un nuovo rapporto ci ha dato un’idea di cosa aspettarci.

Sembra che il Nintendo Switch utilizzerà la tecnologia di elaborazione grafica Maxwell di Nvidia. È stato inoltre confermato all’evento dell’annuncio nel mese di ottobre che potrebbe usare uno dei chip Tegra di Nvidia. L’uso del Maxwell Tegra personalizzato significa che la console avrà almeno 1 teraflop di prestazioni.

Nintendo Switch

“Il Maxwell Tegra, che utilizza un processo da 20nm in contrasto con il più efficiente processo da 16nm del Pascal, è ancora abbastanza potente per giocare a giochi in stile Nintendo che si basano sulla qualità più che sulla potenza grafica, ma non aspettatevi che il Nintendo Switch possa raggiungere la fedeltà grafica dei giochi PS4 più spinti”, ha riferito VentureBeat.

Questa settimana, Eurogamer ha ricevuto altre informazioni sulla velocità della CPU e GPU del sistema. Sia che lo Switch sia inserito nel suo scompartimento o meno, la potenza della CPU rimarrà la stessa. “In questo modo, l’esecuzione logica di gioco non sarà compromessa durante il gioco in movimento, ma rimarrà del tutto coerente”, ha riferito il sito.

“Il controller di memoria integrato della macchina funziona a 1600 MHz quando è agganciata, ma la modalità di alimentazione di default sganciata vede questo dato diminuire a 1331MHz. Tuttavia, gli sviluppatori potranno scegliere di mantenere la completa larghezza di banda della memoria nei loro giochi nel caso dovessero scegliere di farlo”.

Anche la velocità della GPU del Nintendo Switch può essere controversa. Se è agganciato, la velocità di clock del sistema è di 768 MHz. Eurogamer sottolinea anche che questo dato è molto inferiore a 1 GHz, che è la velocità della GPU per Android TV Nvidia Shield.

“Ma la grande sorpresa dal nostro punto di vista è la misura in cui Nintendo ha abbassato il clock della GPU per raggiungere i suoi obiettivi dal punto di vista del calore e della batteria”, ha detto Digital Foundry. “Non è un errore di battitura: è davvero 307.2 MHz, il che significa che in modalità portatile, il Nintendo Switch funziona esattamente al 40% in meno del clock rispetto a quando il dispositivo è completamente agganciato”.

Il rapporto di Eurogamer sostiene anche che lo schermo portatile dello Switch supporta il multi-touch ed ha una risoluzione di 720p.

Nintendo annuncerà ufficialmente le specifiche della sua nuova console ad un evento che si terrà il 12 gennaio; lì rivelerà anche il prezzo e la lista dei giochi disponibili al lancio. (Fonte)

Ti è piaciuta questa notizia? Condividila sui tuoi social preferiti!
Loading...
One comment
  1. Laura C.

    Dopo la wii u altro flop probabile.
    Nessuno ne sentiva la necessità di questa portatile dockabile, solo i nintendari ora la elogiano ma nemmeno loro avevano mai lamentato di volere una nuova portatile.
    Nintendo non ne azzecca una ultimamente. :/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti