Mercati emergentiMicrosoft-Nokia

Nokia 210, il nuovo telefono Microsoft-Nokia costa 29 dollari

Il nuovo telefono Microsoft-Nokia, che costa soltanto 29 dollari, potrebbe non essere innovativo per i consumatori abituati a lavorare, navigare e fare shopping sul loro smartphone. Ma questo va benissimo a Microsoft.

Il gigante della tecnologia, che ha acquistato Nokia otto mesi fa, afferma che il telefono Nokia 215 è perfettamente adatto per gli acquirenti di smartphone per la prima volta o come telefono secondario per chiunque. Il costo del telefono entry-level è di soli 29 dollari ed è pronto per andare su Internet. Microsoft ha presentato il telefono lunedì.

microsoft-nokia-215-informatblog

Ma c’è di più: gli analisti dicono che questo telefono a basso prezzo potrebbe aiutare Microsoft guadagnare quote di mercato nei mercati emergenti, dove milioni di utenti si connettono al Web dal telefono per la prima volta.

“Il Nokia 215 rafforza il tradizionale punto d’appoggio di Nokia nei mercati emergenti, e fornisce a Microsoft un veicolo per toccare centinaia di milioni di consumatori di nuova connessione”, ha dichiarato Ed Maguire, amministratore delegato e senior analyst di CLSA.

Il telefono 2G può eseguire applicazioni come Facebook, Twitter, Bing Search, MSN Meteo e Opera Mini browser. Inoltre è dotato di 29 giorni di autonomia in standby. Tuttavia, il telefono non avrà applicazioni di Office. Ma per contro il Nokia 215 può anche associare un auricolare o altoparlante Bluetooth.

“La consideriamo una strategia intelligente nella fascia bassa per i mercati emergenti, in quanto Microsoft ha bisogno di guadagnare quote in questo mercato ad ogni costo”, ha detto Daniel Ives, amministratore delegato e senior analyst di FBR Capital Markets. “E’ parte di una strategia mirata per conquistare aggressivamente clienti nei mercati emergenti; Microsoft e Satya Nadella hanno puntato molto sull’acquisizione di Nokia e il potenziale successo che il binomio può avere”.

Il Nokia 215 sarà disponibile nel primo trimestre del 2015 nei mercati emergenti in Africa, Asia e Medio Oriente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti