Microsoft-Nokia

Nokia ritornerà nel 2016?

A seguito della pubblicazione dei risultati del terzo trimestre la scorsa settimana, il dirigente di Nokia Timo Ihamuotila ha parlato del valore del marchio Nokia nello spazio dei dispositivi mobili, e di come questo spazio di mercato sia off-limits al momento. La speculazione rimane alta sull’intenzione di Nokia di tornare nel campo dei cellulari dopo l’acquisto della sezione Dispositivi e Servizi da parte di Microsoft. Ihamuotila non ha fatto nessuno sforzo per dissuadere quest’idea.

Quando Microsoft ha chiuso l’affare per l’acquisto del patrimonio di smartphone e feature phone di Nokia, un certo numero di marchi sono stati trasferiti a Redmond. Tra questi il marchio Lumia, e Microsoft sta attualmente lavorando per usare Lumia come il marchio smartphone per la sua attività nel campo degli smartphone.

nokia-ritorno-2016-informatblog

Microsoft ha inoltre concesso in licenza il nome Nokia per essere utilizzato su smartphone e feature phone con un periodo di esclusività e uso da parte di entrambi – gli smartphone Nokia sarebbero esclusivamente sotto la bandiera Microsoft per diciotto mesi, mentre i feature phone di Microsoft potrebbero essere denominati Nokia fino a dieci anni dopo l’acquisto.

E’ nell’interesse di Microsoft passare a un marchio di cui ha il pieno controllo il più rapidamente possibile. Questo processo è già iniziato con gli ultimi Windows Phone che hanno acquisito il nome ‘Lumia 830’ o simile. Ma una volta che tali date sono passate partono le scommesse.

La Finlandia può tornare al business mobile

Nokia rimane interessata al settore mobile. Il recente lancio di Here Maps come beta pubblica per Android mostra competenza e volontà di sperimentare al di fuori della sua storia aziendale. Mentre la skin Nokia X UI e Android launcher, insieme alla gamma Nokia X di cellulari, sono andati a Microsoft come parte dell’acquisto, Nokia potrebbe trovare i mezzi per la costruzione di una nuova e funzionale interfaccia utente sopra il pacchetto standard di Android, se ci fosse la volontà. Il dirigente di Nokia ha assunto:

… Valuteremo ovviamente con attenzione il modo migliore per massimizzare il valore del marchio Nokia, tenuto anche conto che siamo ancora nel periodo di lock up per l’operazione di Microsoft per quanto riguarda la possibilità di utilizzare il marchio, e abbiamo riconosciuto che il marchio Nokia è il più importante dal punto di vista del brand nel settore dei telefoni cellulari e dispositivi mobili. Ma non possiamo ancora andare in questa direzione in questo momento.

Nessun dirigente blocca potenziali aree di sviluppo del business in futuro, ma Nokia è sempre stata consapevole del periodo di lock-up e di quando finirà: i dirigenti sono stati attenti a ricordare a tutti quando potranno tornare sul business dei dispositivi portatili. Nokia sta facendo in modo che tutti sappiano quando possono tornare in azione.

Ma come sarà il ritorno di Nokia? L’azienda finlandese ha già lavorato su uno strato di interfaccia utente su Android – i telefonini Nokia X sembravano molto simili all’interfaccia Lumia, ed erano alimentati con il sistema operativo Android. Poiché entrambi i portatili X e il launcher sono ora sotto il controllo di Microsoft, è probabile che anche gli ingegneri dietro ad esso sono anche sui libri paga di Redmond.

Questo non vuol dire che una nuova squadra non sarà riuscito a mettere insieme un ambiente Android con tempo e risorse a disposizione. Come HERE Maps migliora e gira su Android, non solo il nuovo Nokia avrebbe il codice di Android in esecuzione su innumerevoli macchine in tutto il mondo, ma avrebbe anche una visione più chiara di ciò che è necessario su una app Android pervasiva e grande in dimensioni, e del team di sviluppo richiesto.

Per quanto riguarda la produzione fisica, l’aumento dei produttori cinesi potrebbe facilmente far fronte allo sforzo di costruzione di questi telefoni. Non dimenticate che il primo cellulare Windows Phone di Nokia, il Nokia Lumia 800, è stato prodotto come un progetto ‘fuori casa’ con l’aiuto di Compal Electronics. Così potrebbe essere fatto, ma forse la risposta è già in casa di Nokia. Forse hanno solo bisogno della zattera di salvataggio Linux per tornare?

Percorso potenziale verso il ritorno di Nokia

Come Forbes ha fatto notare in precedenza, Nokia non avrebbe bisogno di guardare lontano per trovare una squadra piena di competenza con gli smartphone. Nel suo centro di ricerca e sviluppo ad Helsinki c’è infatti Jolla. Composto da ex dipendenti Nokia che sono tutti al lavoro per lo sviluppo del sistema operativo Sailfish e dello smartphone Jolla, vi è una scelta ovvia sul tavolo che porterebbe Nokia di nuovo nel mercato degli smartphone nel 2016 con un nuovo dispositivo che ha avuto anni di sviluppo e ore-uomo lavorate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti