Altri accessoriRecensioni

La nostra recensione di LG G Pro 2

Mentre aspettiamo pazientemente che la LG lanci il suo G3 il mese prossimo, abbiamo trovato qualcosa per colmare il vuoto. L’LG G Pro 2 è il successore dell’Optimus G Pro ed è costruito sulle linee del G2. Il G Pro 2 vanta un display più grande e tempi di risposta più rapidi. Lanciato all’inizio di maggio, il G Pro 2 è rivolto ad utenti “phablet” premium, mentre il G3 sarà il fiore all’occhiello di LG per il 2014, e in questa recensione del LG G Pro 2 lo mettiamo a nudo evidenziandone pregi e difetti.
 
Quindi come si pone il G Pro 2 a fianco del suo rivale diretto, il Samsung Galaxy Note 3?

lg-pro-2-recensione-informatblog
 

Design e costruzione

Iniziamo la recensione di LG G Pro 2 con la parte estetica: LG ha scelto un look minimalista ed ha praticamente eliminato tutte le cornici intorno al display, per quanto poteva. Vi troverete tra le mani un telefono cellulare con più del 90% della parte frontale consistente nello schermo, una caratteristica che sembra assolutamente incredibile. Il display Full HD a 5.9 pollici è di tipo True IPS + variety, e ciò comporta colori vivaci e superbi angoli di visione. La sensibilità al tocco è anch’essa molto buona e si può lavorare facilmente anche con i guanti.

E’ presente una fotocamera 2.1MP nella parte anteriore insieme a tutti i sensori necessari e un led di notifica. Non ci sono pulsanti capacitivi in quanto tutto ciò che conta è sullo schermo. Il jack per le cuffie, la porta microUSB e il blaster IR sono posizionati sulla parte superiore e inferiore, rispettivamente. Non ci sono pulsanti sul lato in quanto tutto è stato spostato sul retro. I tasti sono un po’ difficili da raggiungere a causa della larghezza del telefono.

Il pulsante di accensione ospita anche un LED di notifica in modo da non perdere nemmeno un avviso anche con il telefono girato. La fotocamera ha 13MPX con OIS plus, un’alternativa software alla stabilizzazione ottica delle immagini.

La cover posteriore ha una texture piuttosto grezza che aiuta nella presa del dispositivo. Anche se il dispositivo è in gran parte in plastica, non dà il senso di economicità o ancora peggio o cattivo gusto. Le note cromate non sono esagerate e il telefono effettivamente è di bell’aspetto in bianco.
 

Caratteristiche

In termini di caratteristiche, possiamo affermare che sono più o meno lo stesse viste la prima volta con il G2. Ci sono un sacco di opzioni di personalizzazione per la barra di notifica e la schermata Home. Il G Pro 2 ha anche un Knock Code, che abbiamo visto sul LG L90 Dual per la prima volta. Introduce anche Content Lock, che nasconde i dati privati, ​​e Mini View, che consente un uso migliore delle applicazioni che non sono ottimizzate per schermi di grandi dimensioni.

Il telefono è alimentato da un chipset Qualcomm Snapdragon 800 a 2.2GHz. Ci sono 3GB di RAM e 16GB di memoria integrata. Giochi e applicazioni sono praticamente impeccabili sul G Pro 2 e ci è piaciuto molto il fatto che le funzioni di interfaccia vadano estremamente lisce e senza crash e blocchi evidenti. Il sistema operativo su cui gira il G Pro 2 è Android 4.4.2 KitKat, che funziona senza intoppi.

Con il telefono avrete un sacco di applicazioni preinstallate, come Life Square, Voice Mate, Voice Recorder, Polaris Viewer 5 e Box.
 

Media

Il G Pro 2 ha un altoparlante da 1W a bordo che fornisce audio forte e chiaro per gli avvisi. Anche a livello di volume cinquanta per cento le suonerie sono veramente forti e chiare, dunque non importa tenere l’audio al massimo. Insieme con le opzioni di equalizzazione, il G Pro 2 aggiunge anche effetti in stile DJ che permettono di accelerare e decelerare la velocità della traccia audio. Dei 16GB di memoria interna, gli effettivi utilizzabili per salvare foto e video sono circa 9.84GB.

Telecamera

Il sensore a 13MPX non ha l’OIS hardware del G2, ma piuttosto un’alternativa software chiamata OIS Plus. Il set di funzionalità è molto simile al G2 con una piccola eccezione – il G Pro 2 ora supporta la registrazione video 4K. Insieme a questo, avrete la possibilità di fare video in Full HD a 60fps. La fotocamera è molto veloce a mettere a fuoco e potrete ottenere facilmente alcune macro molto dettagliate, anche in ambienti chiusi.

La durata della batteria

La durata della batteria è eccellente ed è uno dei punti forti del telefono. Anche dopo la nostra prova di 8 ore siamo riusciti mantenere il 53% di batteria, questo sta a dimostrare che il telefono durerà due giorni interi senza difficoltà, senza dover ricaricare.

Conclusioni

A conclusione della recensione di LG G Pro 2 possiamo tranquillamente affermare che abbiamo tra le mani un ottimo dispositivo. Ben fatto, esteticamente curato, rapido e dotato di un buon hardware. Potrebbe però essere bloccato dal prezzo, dal fatto che forse alcuni utenti preferiranno attendere il G3 e forse anche dal minor appeal che il marchio LG ha rispetto alla concorrenza come Samsung o addirittura Apple.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti