Dati finanziari

Nuova crisi all’orizzonte: Facebook perde il 12,1%, Apple il 10%, Google il 6,5%, Microsoft il 5,8%

Le aziende di tecnologia soffrono l’ostile contesto attuale del mercato azionario: i mercati di tutto il mondo stanno crollando dopo le preoccupazioni sulla Cina. Tutte le aziende di tecnologia stanno affondando in questo momento: lunedì all’apertura della settimana le azioni Facebook sono scese del 12,1% a 75,62 dollari, Apple è scesa del 10% a 95,17 dollari, Amazon è scesa del 6,4% a 463,03 dollari, Microsoft è scesa del 5,8% a 40,59 dollari.

E l’elenco potrebbe continuare all’infinito: anche le aziende più piccole hanno sofferto. Netflix ha aperto a -14,7% a 88,67 dollari dopo alcuni mesi di grandi prestazioni. PayPal, che recentemente è diventata indipendente, ha anch’essa aperto in calo del 9% a 31,17 dollari. Twitter è scesa dell’8,9% a 23,56 dollari.

aziende-tecnologia-borsa-informatblog

Nel complesso, centinaia di miliardi di capitalizzazione di mercato sono scomparsi durante lo scorso weekend. Per fortuna molti di essi si stanno già riprendendo in questa nuova settimana, per esempio Apple è “solo” in calo del 3,2% ora. Ma anche così è abbastanza impressionante vedere tutte queste società quotate in borsa in rosso allo stesso tempo. Ecco un breve riepilogo della situazione 30 minuti dopo che le contrattazioni sono riprese lunedì mattina:

img-borsa-calo

Tutto ciò deriva dal fatto che i mercati azionari cinesi hanno avuto il loro peggior giorno di negoziazione dal 2007 e l’Europa ha seguito l’esempio. Come previsto, anche i mercati azionari statunitensi sono crollati. A un certo punto, l’indice DOW è sceso più di 1.000 punti.

Non è sorprendente che le aziende tecnologiche stiano soffrendo molto, ma sembra che alcune di esse stiano soffrendo più delle altre società. Molti hanno espresso preoccupazioni per Apple, ad esempio. La Cina rappresenta oggi uno dei mercati più importanti della società: se l’economia soffre in Cina, Apple potrebbe finire per vendere un numero di iPhone inferiore al previsto.

Sarà interessante vedere se questo sarà l’andamento permanente dei mercati azionari di tutto il mondo o se essi si riprenderanno nelle prossime settimane. Ci potrebbero essere diverse implicazioni per le grandi imprese private di tecnologia, non ci resta che stare alla finestra a guardare cosa potrà succedere. (Fonte)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti