Software

Nuova versione di Windows 10, miglioramenti a Edge e Skype

Microsoft ha dettagliato una serie di statistiche relative alle prestazioni delle applicazioni su Windows 10, rilasciando al contempo una nuova build del sistema operativo per la sua comunità di tester.

Per prima cosa le statistiche: secondo la società, più della metà delle visite al Windows Store ora provengono da utenti Windows 10. Data la giovane età e la quota di mercato di Windows 10 rispetto a Windows 8.x, è una statistica piuttosto incoraggiante.

Microsoft ha inoltre dichiarato che Windows 10 genera due volte le interazioni e quattro volte il reddito per utente rispetto al suo predecessore. Come Amazon, Microsoft non rilascia statistiche precise, ma le metriche di confronto appaiono incoraggianti; possiamo paragonare questo fatto agli annunci precedenti di Amazon su come il suo nuovo Kindle è ancora il best-seller e così via.

windows-10-edge-skype-informatblog

Eppure, i dati positivi (anche se accuratamente selezionati) possono essere utili. Quanto sopra si basa sui dati recentemente rilasciati che ci sono 110 milioni di dispositivi che eseguono Windows 10 ad oggi, ossia un 11% di dove Microsoft si aspetta di essere in un anno o due (ossia un miliardo di dispositivi). Più impegno e maggiori entrate implica sviluppatori più felici. O almeno sviluppatori più interessati.

Windows 10 Build 10565

Ma nel frattempo è uscita una nuova build di Windows 10, la 10565, che è ora disponibile per la comunità di tester Microsoft che si sono registrati per ricevere il nuovo codice il più rapidamente possibile. L’ultima build include miglioramenti a Cortana, l’assistente digitale di Microsoft, per aiutare il servizio a capire le note che sono state scritte a mano su uno schermo. Inchiostro, in altre parole. Data l’attenzione di Microsoft sugli input basati su penna o stilo, l’aggiunta è ragionevole.

In Edge, il nuovo browser di Microsoft che finirà per soppiantare completamente Internet Explorer, una nuova opzione di anteprima scheda consente agli utenti di passare su una scheda del browser per vedere una rapida anteprima del suo contenuto. Ciò fa eco al lavoro passato che l’azienda ha fatto sulla barra delle applicazioni.

Infine, tra le aggiunte più interessanti occorre sottolineare l’integrazione di varie funzionalità di Skype in Windows 10; Skype non va da nessuna parte, ma Microsoft vuole prendere i suoi strumenti e infilarli nel sistema operativo. (Il brivido lungo la schiena è lo spettro del passato antitrust, naturalmente). L’integrazione di Skype era stata già promessa in precedenza, assieme ad una funzionalità simile anche per l’edizione mobile di Windows 10.

Microsoft ha avuto due ottime settimane. L’hardware è andato bene, Windows 10 non ha fatto flop e la cadenza negli aggiornamenti della società finora ha battuto le aspettative del pubblico. Quello che vorremmo adesso sarebbero dati più granulari e meno relazionali riguardanti le prestazioni del Windows Store. Sarà possibile averli? (Fonte)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti