Altri accessoriGoogle

Il nuovo dispositivo di Google registrerà la nostra memoria

Google ha registrato un brevetto per un dispositivo in grado di registrare i nostri ricordi in un database video, permettendoci di cercare attraverso esso e riprodurre le registrazioni in un secondo momento. I video saranno registrati tramite Google Glass o attraverso qualche altra tecnologia indossabile sviluppata da Google in futuro.

L’idea di registrare i nostri ricordi potrebbe sembrare fantascienza, ma in realtà il metodo impiegato da Google è piuttosto semplice. Questo sarà solo una versione molto più avanzata della tecnologia già utilizzata da Google Glass per registrare il mondo che ci circonda dalla nostra prospettiva.

google-registra-ricordi-informatblog

Molti di voi potrebbero ricordare la serie TV ‘Black Mirror’ in onda su Sky dove viene ritratto un mondo in cui si possono registrare e riprodurre i ricordi. Google sta per per trasformare quel mondo in realtà.

Il video registrato da Google potrebbe essere inviato allo smartphone e poi caricato sul cloud. Gli utenti di dispositivi Google saranno in grado di utilizzare il controllo vocale per la ricerca nel database dei video e ‘richiamare’ qualche ricordo dal passato. Il fattore limitante di questo metodo che è già tecnicamente possibile in linea di principio, è il modo in cui i ricordi verrebbero registrati.

In passato, i Google Glass hanno ricevuto pesanti critiche per la loro macchina fotografica digitale portatile in grado di registrare qualsiasi cosa senza che nessuno se ne potesse accorgere. Alcuni utenti hanno sollevato questioni relative alla privacy e intrusione nella loro vita privata. A questa critica si aggiunge il recente scandalo della app Google foto, che continua a salvare le foto degli utenti online anche dopo che l’app viene eliminata dallo smartphone.

La nuova tecnologia di registrazione della memoria di Google è ancora in fase di sviluppo. I progettisti stanno cercando di trovare un modo in cui essa possa trasformare i Google Glass in un prodotto moralmente affidabile tanto quanto è lungimirante. Essere in grado di registrare la propria vita può avere enormi implicazioni, nonché un forte impatto emotivo sugli utenti della tecnologia.

Prima che il progetto di Google possa passare alla produzione di massa, ci saranno anche alcune sfide tecnologiche da superare: in primo luogo, al fine di registrare i filmati, Google deve fare uso di ottica ultra-piccola. In secondo luogo, al fine di memorizzare un’intera giornata di filmati, Google dovrà utilizzare un dispositivo di memorizzazione portatile abbastanza grande. Tuttavia, nel caso in cui Google sceglierà di mettere a disposizione solo l’opzione per lo streaming e salvare i filmati direttamente sul cloud, si potrebbe evitare la necessità di un dispositivo di archiviazione portatile ad alto volume.

Google e altre aziende hi-tech stanno lavorando già sulla progettazione di lenti a contatto che ci forniranno ‘vista sovrumana‘. L’avanzare della tecnologia rende possibile una ulteriore miniaturizzazione dei circuiti e ottica, ed è apparentemente solo questione di tempo prima che queste lenti a contatto per la realtà aumentata possano arrivare sul mercato. (Fonte)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti