AmazoniPhone

Perché Amazon non vende iPhone?

Gli utenti stanno passando al setaccio tutto il web per mettere le mani sulle ultime creazioni di Apple, l’iPhone 6 e iPhone 6 Plus, ma c’è un posto in nessuno sta guardando: Amazon.com. Sembra strano che tra tutti i venditori di elettronica di consumo, il sito di vendita on-line più famoso del mondo non disponga dell’iPhone. Apple ha offerte impostate per tutti gli altri venditori top: Best Buy, Walmart, Target.

L’esclusione insolita sottolinea il complesso, e spesso sconnesso, rapporto tra aziende di elettronica di consumo e Amazon, che è entrata nel business hardware con e-reader, tablet, e ora smartphone. La questione potrebbe essere datata 2007, quando Apple introdusse l’iPhone originale e Amazon decise di entrare nel business hardware con il primo e-reader Kindle.

“Apple li vede come un concorrente, con i prodotti Kindle, e avrebbe preferito non sostenere un concorrente”, ha detto Stephen Baker, analista di NPD Group, aggiungendo che mantenere l’iPhone lontano da Amazon è probabilmente una mossa da parte di Apple di mantenere il rivenditore a distanza.

Il CEO di Apple Tim Cook ha fatto uno sforzo per allontanare la sua azienda da Amazon. “Amazon – non lavoriamo con loro più di tanto”, ha detto durante un’intervista con Charlie Rose in onda Venerdì scorso. “Abbiamo pochi rapporti con loro”. Nonostante la sovrapposizione di categorie di prodotti, Cook ha detto che non vede Amazon come concorrenza. “Vendono – come sapete, vendono – e sono usciti con un telefono cellulare”, ha detto Rose. “Non si vede da molte parti comunque. Hanno alcuni tablet, ma non sono sono una società di prodotti, Apple invece lo è”.

Amazon vende i vecchi iPhone attraverso una rete di venditori. Inoltre non ha problemi con vendere prodotti di altri concorrenti, ad esempio Google Chromecast è tra i prodotti più venduti di elettronica del sito, superando proprio dispositivo il multimediale di Amazon Fire TV.

Le offerte tra rivenditori e produttori sono spesso complicate da una serie di fattori, ha detto Baker. Scegliere di lavorare insieme può dipendere da fattori come prezzi o prestazioni di un rivenditore. Un creatore di un dispositivo non può concordare un prezzo scontato richiesto da un rivenditore. Ci possono anche essere casi in cui un marchio pensa che un rivenditore non sia in grado o non sia disposto a promuovere il prodotto, che avrebbe aiutato le vendite. Qualsiasi combinazione di questi fattori potrebbe essere il motivo per cui Amazon e Apple non si sopportano.

Le cose sono ulteriormente confuse: Amazon vende direttamente Apple TV, MacBook e computer iMac. L’allontanamento di Apple da Amazon ebbe inizio quando Amazon cercò di trasformarsi in una società che vende prodotti. Dopo che Apple lanciò il suo iPad nel 2010, Amazon uscì con il suo tablet Kindle Fire, un anno dopo. Amazon effettivamente ha fatto progressi con il Kindle Fire grazie al suo prezzo di 199 dollari, molto al di sotto del prezzo di partenza dell’iPad di 499 dollari. Ma nel corso degli ultimi tre anni, il tablet Kindle Fire ha perso di importanza in quanto rivali come Samsung e il suo tablet Galaxy Tab S hanno preso il sopravvento. Amazon è infine entrata nel business degli smartphone quest’anno, ma le vendite apparentemente tristi del Fire Phone suggeriscono il prodotto non sia probabilmente sul radar di Apple.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti