iOS

Perchè iOS 8 è una nuova sfida per gli sviluppatori

Mentre il sistema operativo mobile di Apple matura, ogni anno una nuova versione porta nuove funzionalità e sfide per gli sviluppatori. Il lancio di iOS 7 dello scorso anno ha significato per i produttori di app il dover riprogettare le loro applicazioni per adattarsi alla nuova estetica di Apple, un impegno pesante per alcuni. Ma con iOS 8, la sfida è incentrata attorno alle funzionalità. Apple ha introdotto 4.000 nuove API di cui gli sviluppatori possono trarre vantaggio, e per mettere in pratica alcune di esse essi sono costretti a ripensare all’identità del loro applicazione all’interno del regno di iOS.

“Apple sta mettendo in atto questo futuro dove tutto parla a tutto” ha detto a Wired Matt Johnston, chief strategy officer della app di analytics Applause. “Non è solo una sfida più grande per Apple, si tratta di un ordine di grandezza più complesso per le imprese produttrici di app”.

ios-8-informatblog

Le app utilizzate per un dispositivo specifico funzionano nella propria piccola bolla protetta. Ma le cose ora sono molto meno semplici. Con caratteristiche come Handoff e Continuity, gli sviluppatori devono ora preoccuparsi di una app che lavora da iPhone a iPad passando per i Mac. Se un’applicazione ha una versione OS X e iOS, gli utenti si aspetteranno che, come con Safari o Mail, questa applicazione permetterà loro di lasciare il lavoro e riprenderlo da dove si era interrotto, non importa su quale dispositivo.

Le app adesso devono condividere dati e funzioni tra loro in un’intricata rete di interdipendenze. L’estensione di condivisione di iOS 8 ne è un esempio specifico: questa caratteristica rende le funzionalità personalizzate della vostra applicazione disponibili per gli utenti mentre stanno usando altre applicazioni tramite il pulsante di condivisione di iOS. Per il team della popolare app Evernote, questo ha causato molti mal di testa.

“L’estensione di condivisione ha obbligato la squadra a lavorare all’interno di un nuovo insieme di vincoli, diversi da quelli dell’applicazione principale, utilizzando tecnologie che non funzionano su base giornaliera,” ha detto il dirigente di Evernote Jamie Hull. “Non potevamo semplicemente prendere quello che avevamo fatto per le estensioni del browser desktop e applicarlo alla app iOS senza compromettere seriamente prestazioni e usabilità, dunque il team ha dovuto costruire e testare diversi approcci in parallelo fino a quando abbiamo trovato qualcosa che ha funzionato”.

Con le ulteriori funzionalità di iOS 8, Evernote attualmente comprende diverse caratteristiche specifiche di iOS 8, tra cui un widget “Oggi” per l’aggiunta di nuove note, l’estensione di condivisione di cui sopra per portare i contenuti sull’account, e Touch ID per sbloccare l’applicazione, invece di utilizzare un codice di accesso.

Aver a che fare con la forma più grande dell’iPhone 6 Plus è stato anch’esso difficile. “Mentre le nuove dimensioni dello schermo del telefono erano in realtà relativamente semplici da trattare, la forma più grande apre un sacco di domande sull’interfaccia utente ideale per l’applicazione”, ha detto Hull. La squadra ha dovuto decidere se il telefono più grande poteva funzionare più come un tablet, e se ad alcuni elementi sullo schermo sarebbe dovuta essere data maggiore importanza ora che la tastiera dell’iPhone è dotata di tasti per la formattazione.

Per il software principale di Flexibits, Fantastical 2, il co-fondatore Michael Simmons ha detto che sistemare i widget per bene è stato il più grande ostacolo incontrato dalla sua squadra. “Siamo stati un mese in ritardo a causa del widget”, ha detto Simmons a WIRED. “Avremmo potuto fare un semplice elenco, ma volevamo fare le cose per bene. Il widget nel Centro Notifiche “Today View” deve seguire una serie di specifiche, tra cui una altezza massima. Per una applicazione di calendario, il team ha dovuto risolvere problemi come studiare qualcosa di utile e bello in una visione così compressa, o porsi domande su cosa è più vantaggioso per gli utenti dell’app, se un elenco di elementi to-do, o una vista a calendario del mese. Prendere il tempo necessario per fare le cose per bene ha ripagato: Fantastical 2 è ora la app numero uno nella categoria Produttività di App Store e compare nelle prime 50 applicazioni a pagamento.

Per Flipboard, che ha recentemente aggiornato la sua applicazione iOS, iOS 8 ha introdotto una nuova preoccupazione per il team: il supporto alle versioni precedenti. Android ha una libreria di compatibilità che rende facile per le applicazioni ottenere nuove API per le versioni dei sistemi meno recenti. Su iOS, il co-fondatore di Flipboard Evan Doll detto che hanno dovuto decidere quanto andare indietro: Bastano iOS 7 e iOS 8? iOS 6? iOS 5? (Flexibits ha girato intorno a questo particolare problema decidendo che Fantastical 2 sarebbe stata una esclusiva iOS 8).

Ma è importante notare che la complessità di un nuovo sistema operativo non è sempre negativa per gli sviluppatori: molti sono entusiasti di sfruttare le nuove tecnologie nelle loro applicazioni, anche se richiede alcuni sforzi extra. “Con le nuove caratteristiche come il widget Oggi, le notifiche interattive, e le estensioni di condivisione delle app, iOS 8 aggiunge un sacco di funzionalità che lo rende molto più produttivo per gli sviluppatori di app”, ha detto Simmons di Flexibits. E come mostrano le cinque stelle di Fantastical, se lo fanno bene, tutto quel lavoro in più paga.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti