Altro

Perché molti siti non si aprono? OVH DOWN

ovh down

Nelle ultime ore è capitato che molti siti non si aprono e risultano impossibili da raggiungere. Il problema però non riguarda solo siti e portali web, poiché anche tantissime caselle di posta elettronica sono rimaste praticamente isolate, con l’impossibilità di ricevere o di inviare messaggi elettronici. Questa crisi però non riguarda solo l’Italia, ma anche il resto d’Europa. Tutta colpa di un malfunzionamento di OVH, l’azienda di web hosting francese che ha avuto un problema elettrico rendendo inaccessibili migliaia di siti in diverse zone d’Italia e del Vecchio Continente. Alcuni siti sono stati ripristinati, ma ce ne sono ancora tanti altri molto autorevoli che risultano irraggiungibili e non funzionanti.

La situazione ha ovviamente generato il panico, perché tantissime aziende lavorano proprio con il web, senza considerare i negozi di e-commerce che fanno della vendita online il loro pane quotidiano. Sui principali social network sta impazzando il topic trend #ovhdown, con utenti spaesati che chiedono informazioni su quanto sta accedendo. Una spiegazione ha provato a darla Octave KlabaCEO dell’azienda di web hosting francese, che ha rilasciato un comunicato su Twitter. In pratica nel data center di Strasburgo si è verificato un problema elettrico che ha isolato l’intera struttura, dove sono ospitati migliaia di siti italiani e stranieri. Inoltre l’azienda, che ha sede a Roubaix, ha ravvisato problemi sui collegamenti in fibra ottica in tutte le sedi europee, da Milano fino a Londra passando per Amsterdam e Parigi.

Ora sai perché non si apre il tuo sito, ma purtroppo per il momento non è stato comunicato quando i server torneranno ad essere nuovamente operativi. L’azienda francese infatti, pur lavorando incessantemente per risolvere la criticità quanto prima, almeno per il momento non è stata in grado di fornire una tempistica circa la risoluzione del problema, che sta paralizzando migliaia di aziende e società in tutta Italia ed in tutta Europa.

Per avere maggiori informazioni è consigliabile consultare il sito ufficiale, dove c’è la possibilità di visualizzare lo status di rack e di server dopo aver selezionato l’area di competenza. Potrai testare i tempi di risposta dai diversi datacenter, monitorando tutti gli interventi tecnici in corso sulle infrastrutture OVH e le attività in tempo reale delle reti OVH. Per il momento quindi c’è poco da fare, bisogna attendere che i tecnici individuino e risolvano il problema il prima possibile per ripristinare siti web, portali e caselle di posta elettronica, in modo da ritornare alla normalità e riprendere il proprio lavoro quotidiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti