Android

Perso telefono Android? Non preoccupatevi, chiamerà a casa

Google ha aggiunto un piccolo aggiornamento per Android Device Manager questa settimana: un nuovo pulsante di blocco dello schermo che implora a chi ha trovato il telefono di chiamare un numero specificato. Speriamo solo che non chiameranno per chiedere un riscatto!

Proprio come prima, Android Device Manager consente di bloccare in remoto o cancellare un dispositivo Android smarrito, o impostare la suoneria per poterlo ritrovare sotto quel mucchio di panni sporchi o in cortile. Ma il più recente aggiornamento consente di inserire un messaggio sulla schermata di blocco, così come un pulsante per telefonare a casa. Basta che non ci mettiate il vostro numero di cellulare ovviamente. (Per la cronaca, sembra che la schermata di blocco mostri solo un tasto verde “Chiama”, senza visualizzare il numero di telefono specificato.)

Come funziona l’aggiornamento di Android Device Manager

Teoricamente funziona così: vi rendete conto che avete perso il telefono. Allora accedete al sito di Android Device Manager, e in remoto impostate un pulsante lockscreen che chiamerà un vostro amico, la vostra fidanzata, la casa dei vostri genitori, o ciò che volete voi. Potrete mettere un messaggio sulla schermata di blocco che dice qualcosa tipo “Ho perso il mio telefono, chiamatemi!” E con po’di fortuna, la persona di buon cuore che troverà il vostro telefono perso seguirà tali istruzioni e non getterà il vostro telefono in un fiume o, peggio ancora, non lo rivenderà.

Google non ha ancora annunciato ufficialmente l’aggiornamento, ma si può vedere la nuova funzione sulla lista app Android Device Manager (necessaria se si desidera cancellare da remoto o bloccare il dispositivo da un altro Android, in ogni caso il portale offre web tutte le stesse funzioni dal computer). Basta essere intelligenti, e non mettere il vostro indirizzo di casa nella schermata di blocco dello schermo naturalmente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti