,

Posizionamento SEO: Come ottimizzare il tuo referenziamento?

Posizionamento SEO: come ottimizzare il tuo referenziamento?

Posizionamento SEO significa un insieme di tecniche che hanno lo scopo di aumentare la visibilità di un sito internet, migliorandone la sua posizione sui motori di ricerca. L’analisi SEO ha l’obiettivo di analizzare una serie di informazioni e dati che consentono di capire come si posiziona il sito oggetto di analisi rispetto ai motori di ricerca, così da comprendere quali migliorie apportare per avere un sempre migliore referenziamento nei motori di ricerca.

Cosa significa SEO?

SEO è l’acronimo di Search Engine Optimization e si riferisce ad un insieme di strategie che si concentrano sull’indirizzamento di maggiori volumi di traffico dai motori di ricerca a una determinata pagina web.

Il SEO ha l’obiettivo di introdurre ottimizzazioni che portano a far posizionare il sito oggetto dell’analisi il più in alto possibile nelle pagine dei risultati di ricerca dei motori di ricerca, senza l’utilizzo e i relativi costi di pubblicità.

Perché il posizionamento SEO è importante?

È risaputo, oltre che confermato da apposite ricerche, che i siti che appaiono sulla prima pagina di un motore di ricerca come Google o altri meno conosciuti, ma ugualmente utilizzati, ricevono le maggiori visite da parte degli utenti. Il numero di visite all’interno di un motore di ricerca diminuisce via via che si scende in basso nella pagina della ricerca.

I motori di ricerca indirizzano il 93% di tutto il traffico dei siti web, quindi avere un ottimo referenziamento del proprio sito web all’interno dei motori di ricerca consente di ottenere un sempre maggiore traffico organico, senza dover pagare cospicue e continue somme per la pubblicità.

Come funzionano i motori di ricerca?

Per capire come funziona il SEO è importante cercare di comprendere come funzionano i motori di ricerca. Quando si esegue una ricerca su Google o un altro motore di ricerca, questo vuole cercare di fornire le risposte migliori attinenti alla ricerca dell’utente. Per fare questo Google si pone l’obiettivo principale di rispondere alle domande dell’utente.

Per rispondere alle domande degli utenti il motore di ricerca utilizza crawler (o bot) automatici per trovare siti web, indicizzare i contenuti e classificarli. Una prima cosa fondamentale per avere un buon posizionamento SEO del proprio sito è che sia accessibile ai crawler. Successivamente è fondamentale essere certi che il proprio sito web sia accessibile dai dispositivi mobili; se così non fosse Google non lo indicizzerà mai.

Come ottimizzare il referenziamento del proprio sito?

Per ottimizzare il referenziamento del proprio sito web non è sufficiente realizzare un buon sito internet, anche se ben fatto e accattivante. Per migliorare il posizionamento SEO è fondamentale eseguire una buona analisi SEO con lo scopo di capire il proprio posizionamento e cercare di migliorarlo, con l’obiettivo di trovarsi sulla prima pagina del motore di ricerca e nelle posizioni più alte.

L’analisi SEO è complessa, ma i principi base che consentono di eseguire una prima analisi possono risultare piuttosto intuitivi. Per prima cosa è possibile utilizzare degli appositi Tool online, che possono essere gratuiti o a pagamento: il tool per l’analisi SEO è un software che esegue delle ricerche giornaliere rispetto al sito oggetto di analisi e fornisce una serie di informazioni utili all’analisi stessa. In particolare il Tool analizza una serie di fattori che dovranno poi essere ottimizzati per migliorare il posizionamento.

Per ottimizzare la posizione del proprio sito web nei motori di ricerca è necessario quindi conoscere ed analizzare i dati strutturati del proprio sito, elementi indispensabili per aiutare il motore di ricerca a capire in modo semplice e veloce che cosa tratta la pagina web oggetto di analisi.

Importante è anche cercare di ottimizzare il collegamento HTML del proprio sito, per evitare problemi di duplicazione di titoli e di contenuti non indicizzabili per qualche motivo dal motore di ricerca.

È fondamentale anche ottenere dati ed informazioni in merito al traffico di ricerca che transita sul sito che si sta analizzando; comprendere quindi quali chiavi di ricerca hanno permesso di attivare gli snippet delle pagine, quali e quanti link il sito riceve, l’usabilità del sito sui dispositivi mobili (elemento di fondamentale importanza) e la velocità di caricamento delle pagine del sito.

L’analisi SEO deve anche poter indicare, attraverso la scansione del sito, se ci sono errori di scansione, cioè se ci sono pagine non più esistenti.

FAQ

Che cos’è l’errore 404?

L’errore 404 appare nel momento in cui la ricerca di un sito o di una specifica pagina non è andata a buon fine; il motore di ricerca riesce a comunicare con il server, ma non è possibile aprire lo specifico link o la specifica pagina web in quanto non più disponibile. Dal punto di vista SEO è molto importante evitare che l’errore 404 appaia quando si sta ricercando una propria pagina web.

Perché il proprio sito web non appare su Google?

Se il sito è appena stato creato apparire su Google potrebbe richiedere del tempo, in quanto il motore di ricerca deve analizzare il sito e registrarlo nei propri indici di ricerca. Se invece il sito è online da diversi mesi ma ancora non appare su Google, le motivazioni possono essere tra le più svariate. In questo caso è assolutamente necessario svolgere un’analisi SEO per capire le motivazioni e cercare di risolverle.

È possibile controllare lo stato effettivo del posizionamento della propria pagina web?

Per verificare il posizionamento della propria pagina web all’interno di un motore di ricerca è necessario eseguire un’analisi SEO attraverso uno specifico Tool. Esistono svariate tipologie di Tool che eseguono questa tipologia di analisi.

È possibile migliorare il posizionamento del proprio sito in modo semplice?

È possibile migliorare il posizionamento del proprio sito nei motori di ricerca con alcuni semplici accorgimenti. È importante che il contenuto del sito sia autorevole, ben fatto e che incuriosisca gli utenti; il consiglio è quello di ottimizzare il sito in ogni sua parte utilizzando delle parole chiave tra le più ricercate e promettenti, evitando parole chiave che siano troppo generiche.